Parcheggi in viale Varese: discussione tra favorevoli e contrari
Città, Politica, Territorio, Trasporti e viabilità

Parcheggi in viale Varese: discussione tra favorevoli e contrari

«L’area di viale Varese deve essere riqualificata. Non è un discorso solo di parcheggi. A priori però credo che non si debba scartare alcuna ipotesi, neppure quella dell’autosilo interrato. Occorre mettere sul tavolo tutte le possibili soluzioni e ragionare insieme per scegliere quella migliore».
Il coordinatore cittadino di Forza Italia Stefano Vicari interviene nel dibattito sul futuro di viale Varese innescato dalle dichiarazioni del sindaco di Como Mario Landriscina, che in diretta su Etv ha detto no all’autosilo interrato aprendo però all’idea di realizzare nuovi parcheggi a raso.
«Preferisco vedere i progetti prima di valutare – dice ancora Vicari – La zona va riqualificata e i parcheggi sono necessari. Forza Italia vuole che si faccia qualcosa».
«Prenderei in considerazione tutto, anche l’autosilo – commenta ancora il coordinatore cittadino – Credo si debba riflettere senza preconcetti. Ci siederemo a un tavolo con le altre forze di maggioranza per valutare».
Contro l’ipotesi di nuovi parcheggi in viale Varese si schierano apertamente i consiglieri di Svolta Civica Maurizio Traglio, Vittorio Nessi e Barbara Minghetti.
«Portare ancora più auto in convalle non farà altro che peggiorare la situazione – attaccano – L’amministrazione si metta a lavorare seriamente sul traffico, ora la confusione regna sovrana. L’ampliamento dei parcheggi lungo viale Varese, a scapito di parte dei giardini ai piedi delle mura è un’ipotesi che, oltre a non migliorare sostanzialmente l’offerta di sosta complessiva, va esattamente nella direzione opposta alla soluzione del problema».
«Il vero problema è l’eccessivo numero di auto in convalle – aggiungono – Attirarne ancora di più ci pare controproducente».
Boccia l’idea dei nuovi posti a raso anche il Pd. «Siamo contrari ad aggiungere ulteriori posteggi in viale Varese: il valore aggiunto di qualche decina di posti lì è molto basso rispetto agli effetti negativi, ovvero altro traffico, minore spazio per pedoni e per mobilità dolce, un deciso peggioramento di uno spazio che invece andrebbe maggiormente valorizzato», dice Tommaso Legnani, segretario cittadino del Pd.
Sul tema è intervenuto ieri anche l’ex assessore all’Urbanistica di Palazzo Cernezzi, Lorenzo Spallino. Durante il mandato Lucini arrivò in giunta un progetto presentato dalla società “Nessi & Majocchi” per un autosilo interrato in viale Varese. Il progetto manteneva però diversi stalli in superficie (164 contro i 180 attuali) e su questo particolare le trattative si arenarono. Palazzo Cernezzi voleva infatti liberare maggiormente dalle auto la zona sotto le mura, proponendo anche l’estensione della Ztl a viale Varese.
«Cosa devo dirle – spiega l’avvocato Spallino – Chi si opponeva all’interramento dei parcheggi e alla valorizzazione del verde, oggi si ritrova con la concreta possibilità che il verde diminuisca e i parcheggi aumentino».
«Montale aveva torto: la storia è maestra», conclude Spallino, citando la celebre poesia del poeta e giornalista italiano, premio Nobel per la letteratura nel 1975 e intitolata appunto “La storia”.
Paolo Annoni
Anna Campaniello

7 aprile 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto