Parcheggi per residenti, ecco la stangata. Raddoppia il costo del secondo posto blu

La tariffa annuale passerà da 150 a 300 euro. «Ma aumenteremo gli stalli»
Ponte Chiasso chiede 300 posti blu. E l’assessore alla Mobilità, Stefano Molinari, spera di poterli “disegnare” nella periferia nord di Como grazie anche al nuovo provvedimento-stralcio sui posteggi per i residenti che – dopo esser stato licenziato lunedì dalla giunta – sbarcherà a breve in consiglio comunale. Con una sgradevole sorpresa per le famiglie: il secondo abbonamento costerà il doppio rispetto a ora.
Il provvedimento sui posti blu e gialli mira a riportare equilibrio nella

sosta tra i residenti, alcuni dei quali – 200 solo nelle vie centrali di Como – sono in attesa di un abbonamento per il posto blu da anni. Per riparare a questa “ingiustizia”, Molinari presenterà in consiglio un piano che prevede di sorteggiare i posti blu e gialli e azzerare le graduatorie ogni due anni. In modo, così, da evitare che chi riesce ad accaparrarsi uno stallo si garantisca una sorta di diritto di posteggio a vita. Ma questa non è l’unica proposta di modifica.
Alle famiglie verrà assegnato massimo un tagliando giallo, con la possibilità di accoppiarlo a due targhe. Ed ecco la ”stangata”: il secondo abbonamento familiare ai posti blu costerà il doppio della tariffa attuale: 300 euro anziché 150. Il nuovo regolamento prevede inoltre la sosta gratuita dei veicoli di servizio alle persone disabili nelle aree blu per residenti. Questa è la proposta dell’assessore Molinari, che comunque potrà essere modificata dal passaggio in consiglio comunale.
«Con questo regolamento – spiega l’assessore alla Mobilità – ci guadagnano tutti, specie i residenti. Un maggior numero di comaschi potrà infatti posteggiare nelle aree blu, mentre oggi chi si aggiudicava il posto si garantiva una specie di “diritto a vita” al posteggio. Ogni 2 anni verranno rinnovate le assegnazioni degli abbonamenti e tutti i cittadini potranno avere l’opportunità di ottenere un abbonamento». Non solo: secondo Molinari, il nuovo piano posteggi consentirà anche di ricavare nuovi spazi, oppure di disegnarne altri. Specie nei quartieri più soffocati dal traffico. «È difficile ora calcolare di quanti parcheggi abbia bisogno la città. Da Ponte Chiasso mi è arrivata una petizione con 300 firme di altrettanti residenti che chiedono un posto blu in abbonamento. Dopo l’approvazione in consiglio, valuteremo le singole necessità dei quartieri. In centro, ad esempio, molti posti sono stati liberati dopo l’apertura dell’autosilo di viale Lecco».
Il costo dell’abbonamento annuale al posteggio giallo è pari a undici volte il mensile di Asf Autolinee: quindi 350 euro. L’abbonamento blu costa, invece, 5 volte il mensile urbano (150 euro), ma – in base al nuovo regolamento – il secondo stallo ottenuto da uno stesso nucleo familiare costerà il doppio (300). Prima di assegnare due abbonamenti alla stessa famiglia, comunque, si darà priorità sempre al primo, per distribuire i posti nel modo più omogeneo possibile.

Andrea Bambace

Nella foto:
La sosta
Un parcometro: saranno i posti blu già presenti in città a essere messi a disposizione dei residenti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.