Parcheggio dei dipendenti esaurito e multe: protestano gli operatori del Sant’Anna

Autosilo Ospedale Sant'Anna

Parcheggi dei dipendenti occupati dalle auto degli utenti, operatori costretti a lasciare la macchina fuori dagli spazi e pioggia di multe. Caos e proteste all’ospedale di San Fermo della Battaglia dopo l’apertura del multipiano destinato alle vetture degli operatori anche a pazienti e familiari. Una situazione che prosegue da settimane e ha spinto i rappresentanti sindacali a rivolgersi alla direzione dell’Asst Lariana perché «intimi alla proprietà di ripristinare la situazione precedente», come si legge in una nota ufficiale del coordinatore delle Rsu Massimo Coppia.
I parcheggi dell’ospedale fanno capo al Comune di San Fermo, che incassa anche gli introiti della sosta. Dall’apertura del presidio, ai dipendenti è sempre stato riservato – a pagamento, con tariffe mensili in base al reddito – il parcheggio a due piani esterno, al quale possono accedere con un apposita tessera.
Da qualche tempo, senza alcuna comunicazione, quello stesso parcheggio è stato aperto anche agli utenti, con tariffe e modalità identiche a quelle per l’utilizzo dell’autosilo multipiano da sempre destinato ai visitatori.
«È una situazione impossibile – attacca Massimo Coppia – Gli utenti occupano il parcheggio e i dipendenti, quando devono prendere servizio non trovano posti liberi, anche perché non hanno la possibilità di accedere all’autosilo. Spesso, per evitare di lasciare i reparti sguarniti, gli operatori si vedono costretti a lasciare la macchina in divieto di sosta».
Risultato: caos e pioggia di multe. «Oltre al danno, ecco anche la proverbiale beffa – dice il coordinatore delle Rsu – Intervengono le pattuglie della polizia locale a sanzionare per divieto di sosta le macchine del personale, facendo doppia cassa sulle spalle di chi lavora, prima con i soldi che mensilmente paghiamo per la sosta, poi con le multe. È una situazione inaccettabile. Chiediamo al direttore di intimare alla proprietà di disattivare le colonnine per l’accesso agli esterni al parcheggio dei dipendenti».
«Il parcheggio dipendenti non è mai esistito, c’era solo un indirizzo di massima per favorire gli utenti – risponde il sindaco di San Fermo Pierluigi Mascetti – Che ci siano pochi spazi è un problema reale e siamo pronti a valutare eventuali soluzioni con i vertici dell’Asst, sempre che siano interessati».
Anna Campaniello

Articoli correlati