Parcheggio del Sant’Anna, sui social esplode la polemica: «Comaschi poveracci»

autosilo ospedale S.Anna. Auto parcheggiata e allagamento

La polemica corre sempre sui social network, E qualche volta si trasforma in clamoroso autogol. Come nel caso del consigliere comunale di minoranza a San Fermo della Battaglia, Daniele Failla, il quale a proposito delle esose tariffe dell’autosilo del Sant’Anna ha pensato di commentare con ironia un articolo apparso sulla pagina Facebook di Espansione Tv, senza purtroppo (per lui) cogliere il segno: «4€euro per tutto il giorno non mi sembrano tanti. In ogni caso noi sanfermini dobbiamo mantenere alti i nostri livelli di vita! Un abbraccio comaschi poveracci».
Inutile dire che Failla e il suo post sono stati sommersi da una valanga di giudizi al vetriolo, in una bacheca che già in precedenza aveva registrato posizioni molto nette a proposito del milione di euro all’anno che entra nelle casse del Comune di San Fermo proprio grazie ai parcheggi dell’ospedale.
Tra i lettori c’era infatti chi sottolineava come i parcheggi degli ospedali dovrebbero essere gratuiti, perché – scrive Cristina – «non si frequentano per fare shopping ma per motivi di salute». Molti gli internauti che hanno parlato di «tariffe troppo elevate e da rivedere, al di là degli accordi stipulati», mentre qualcuno si è spinto a dire: «Non si guadagna sulla pelle degli ammalati… è una vergogna».
Insomma, commenti che non nascondono la rabbia degli utenti per i costi del posteggio di via Ravona. Una rabbia che il post di Daniele Failla ha fatto crescere, scatenando anche alcune reazioni politiche di primo piano.
A prendere posizione sulla vicenda è stato infatti anche il consigliere regionale del Partito Democratico, Angelo Orsenigo, che nei giorni scorsi aveva presentato all’assessore alla Salute della Lombardia una interrogazione proprio sul parcheggio dell’ospedale Sant’Anna, chiedendo la revisione della convenzione che regola l’utilizzo dell’autosilo con l’obiettivo di dirottare una parte degli introiti nello stesso ospedale.
«Quanto scritto da Failla è vergognoso, deve ritrattare subito – ha detto ieri Orsenigo ai microfoni di Etv – Ricordo che si sta parlando di persone che vanno in ospedale e pagano il parcheggio per un servizio. Spero che ritratti e chieda scusa per quello che ha scritto, parole che giudico molto gravi. Il sindaco Pierluigi Mascetti dovrebbe prendere provvedimenti», ha concluso Orsenigo.
«Mi dispiace che il mio commento sia stato percepito come vergognoso – ha risposto Failla – Evidentemente non è stata colta l’ironia. Non ritengo di trovarmi in una situazione imbarazzante tale da dover chiedere scuse pubbliche. Se Orsenigo ritiene invece, in modo del tutto legittimo, che ci sia stata un’offesa, porgo le mie scuse a lui, ai comaschi ed essendo io comasco anche a me».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.