Parcheggio di viale Varese, nuovo progetto per la riqualificazione
Città, Cronaca

Parcheggio di viale Varese, nuovo progetto per la riqualificazione

A poco meno di un mese di distanza dall’ultimo dibattito politico sui parcheggi di viale Varese, che aveva creato qualche mal di pancia tra Forza Italia e il sindaco di Como, Mario Landriscina, spunta un progetto che potrebbe mettere d’accordo tutti. Ovvero sì alla riqualificazione di tutta l’area sotto le mura medievali, un numero maggiori di stalli per la sosta, ma nessun autosilo interrato, escluso espressamente dal sindaco.
Il nuovo progetto è stato presentato ieri dal “player” che già si era mosso con la giunta precedente, ovvero “Nessi & Majocchi”, storica impresa edile del territorio.

Il progetto verrebbe realizzato con l’ormai collaudato sistema del project financing. I dettagli del possibile accordo non sono stati ancora resi pubblici, ma in sostanza si tratterebbe di una concessione pluriennale del parcheggio a un privato che pagherebbe tutti i lavori di riqualificazione dell’arredo urbano rifacendosi poi con gli utili derivanti dalla sosta delle auto.

Nessi & Majocchi si è affidato a un nome importante per il progetto: si tratta infatti di Arturo Montanelli, architetto con studio a Lecco, già vincitore della gara di Anas per la variante della Tremezzina approvata dalla Sovrintendenza. Montanelli è anche uno degli esperti della commissione di valutazione impatto ambientale all’interno del ministero dell’Ambiente.

Il rendering dei nuovi parcheggi di viale Varese Il rendering dei nuovi parcheggi di viale Varese

La proposta, secondo i proponenti, sarebbe in grado di portare nuova vita a una delle zone più care e frequentate dai comaschi, andando incontro anche alle esigenze manifestate dai commercianti del centro.
Il progetto dice addio all’ipotesi di un autosilo in parte interrato, che presenterebbe oggettive problematiche di cantiere. L’idea delle auto sottoterra era stata presentata una prima volta nel secolo scorso e poi nel corso del mandato Lucini proprio da Nessi & Majocchi.

La nuova versione del progetto prevede un incremento di parcheggi a raso con sbarra: dagli attuali 183 posti con altri 86, pari al 46% di posteggi in più.
«Niente più parcometri, fonte di disagio per gli automobilisti – spiega Angelo Majocchi dell’omonima impresa – ma una segnaletica che aggiorni gli automobilisti sul numero di posti liberi presenti nel parcheggio».
Ma non è tutto. Il progetto prevede inoltre la valorizzazione delle mura e della zona verde: giardini aperti e vivibili con l’illuminazione di tutta l’area.

«Il mercato resterà, va salvaguardato», assicura Majocchi, che dà anche un’idea dell’iter temporale. Ieri è stata depositata la proposta con un progetto preliminare «prima della fine dell’anno, se siamo ottimisti sulla burocrazia, sarà pubblicato il bando di gara». Il cantiere potrebbe dunque partire nel 2019 e i tempi di costruzione saranno inferiori a un anno: nella prima fase (5-6 mesi) sarà chiusa la parte centrale di viale Varese per consentire i lavori sulle due estremità e poi viceversa. Durante la prima fase del cantiere sarebbero salvaguardati un minimo di 90 posti. Al termine dei lavori i posti auto disponibili per i cittadini saranno 269.

3 maggio 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto