Parlamento Ue congela negoziati bilancio

Sassoli

(ANSA) – BRUXELLES, 20 DIC – I capigruppo del Parlamento Ue hanno deciso di "congelare gran parte dei negoziati" con gli Stati membri sul nuovo bilancio dell’Unione 2021-2027 (Qfp), avendo constatato il "fallimento" del Consiglio Ue nel riuscire a fare progressi sul tema. La presidenza di turno finlandese ha proposto che sia pari all’1,07% del Rnl Ue-27, scontentando sia chi vorrebbe un tetto massimo all’1% che chi, come la Commissione Ue, vorrebbe l’1,11%. Il Parlamento chiede invece di essere ancora più ambiziosi, arrivando a toccare l’1,3%. "I governi nazionali danno costantemente all’Ue nuovi compiti e responsabilità, dalla gestione delle frontiere alla lotta al cambiamento climatico – ha dichiarato il presidente del Pe David Sassoli – siamo pronti a negoziare in uno spirito costruttivo ma non possiamo accettare un bilancio che non è capace di mantenere le promesse fatte ai cittadini Ue. Finché non ci saranno progressi da parte del Consiglio, non possiamo continuare questo dialogo".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.