Pass falsi, scoppia il caso. Mille multe in tre mesi per i permessi per disabili e residenti
Cronaca

Pass falsi, scoppia il caso. Mille multe in tre mesi per i permessi per disabili e residenti

(a.cam.) Pass fotocopiati o addirittura falsi, permessi utilizzati impropriamente e soste abusive. La polizia locale di Como ha accertato e sanzionato in tre mesi oltre mille violazioni alle norme sul parcheggio negli spazi riservati ai disabili. Due le ipotesi di reato penale, sfociate in altrettante segnalazioni alla Procura con la denuncia per uso di atto falso.

Nell’ultimo periodo, la polizia locale ha intensificato i controlli sulla sosta negli spazi per i disabili e per i residenti, in collaborazione con gli ausiliari di Csu. In tre mesi, sono stati 1150 i comportamenti illeciti accertati per sosta non autorizzata. In 18 casi, le auto sono state rimosse. Centinaia gli abusi nell’utilizzo dei pass per gli invalidi. La violazione più frequente è legata all’utilizzo del contrassegno in assenza della persona titolare del documento e che ha dunque diritto ad utilizzare gli spazi riservati ai portatori di handicap. La sanzione per i veicoli parcheggiati abusivamente negli spazi destinati ai residenti è di 41 euro, cifra alla quale si aggiungono le spese per l’eventuale rimozione del veicolo. La sosta non autorizzata sugli stalli riservati ai disabili comporta invece una multa di 85 euro, anche in questo caso con l’aggiunta del costo della rimozione e la decurtazione di 2 punti dalla patente. In tre mesi, i vigili hanno scoperto anche oltre 50 i casi di pass fotocopiati.

«Nella maggior parte degli episodi, come previsto dalla normativa, si è proceduto con la sanzione di 41 o 85 euro con rimozione del veicolo», fanno sapere dal Comune. In due casi invece, i pass sono stati posti sotto sequestro penale con denuncia in Procura. «Abbiamo preso questa decisione – spiega il commissario capo Aurelio Giannini, responsabile del reparto operativo della polizia locale – perché i pass erano realizzati con particolare cura e per questo atti a trarre in inganno anche l’occhio esperto di quanti sono deputati a controllare il documento».

27 gennaio 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto