Pastore si avvicina a Rapinese. E dalle retrovie risale Alogna

Il consigliere del Pdl scalza Magatti e ora “minaccia” la Airoldi
Sono le ore decisive per il referendum del “Corriere di Como” su chi i lettori non vorrebbero più vedere sui banchi di maggioranza o opposizione a Palazzo Cernezzi nella prossima tornata elettorale. Ieri è stata una giornata di conferme per quanto riguarda la testa della classifica. Alessandro Rapinese, Mario Pastore e Vittorio Mottola continuano a occupare le prime tre posizioni, con distacchi importanti dal gruppo degli inseguitori. Il leader di Adesso Como, il presidente del consiglio comunale

(Fli) e il consigliere del Pd sono gli unici a mantenere una percentuale di voti in doppia cifra. Rapinese (14,37%) in leggero calo su Pastore (13,70%) e Mottola ancora in crescita (11,36%).
Questi ultimi giorni saranno decisivi per definire il poco invidiabile primato e non sono esclusi colpi di scena anche sul podio. Nelle retrovie si assiste ad esempio a un vero e proprio fenomeno Alogna.
L’esponente del Pdl, che ha fatto il suo ingresso nella top-ten martedì scalzando dalla decima posizione Luigi Bottone (gruppo misto), ha fatto un ulteriore passo in avanti. Questa volta a fare le spese della scalata di Alogna, che ha il 3,79% dei voti, è stato Bruno Magatti di Paco (3,67%). E Alogna ora potrebbe addirittura insidiare le due uniche donne presenti in classifica, ossia la collega di partito Veronica Airoldi (ottava con il 3,90%) e Roberta Marzorati (lista Per Como) che ha il 4,12%. Movimento anche a metà classifica, dove dopo l’exploit iniziale perde un’altra posizione l’ex assessore leghista, oggi in Forza Como, Emanuele Lionetti (5,12%), scalzato dal capogruppo del Pdl Claudio Corengia (5,46%), che si avvicina così al collega di partito Marco Butti, che mantiene la quarta posizione con il 6,24% delle preferenze.

Nella foto:
Alessandro Rapinese

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.