Il Patria torna a Como, in cerca di casa

Battello Patria

Il piroscafo Patria torna a Como. Entro breve – presumibilmente già nei prossimi 10 giorni – la storica imbarcazione, attualmente ormeggiata nei cantieri della Navigazione a Dervio, salperà con direzione Como dove attraccherà davanti a Villa Olmo.
Ormeggio dove in passato i turisti lo avevano potuto ammirare e visitare. In questo caso però il motivo del viaggio è ben diverso. Qui rimarrà fino a quando qualche società non deciderà di prenderlo in gestione. Qui, gli emissari di soggetti potenzialmente interessati potranno venirlo a vedere oltre che studiare le carte conservate negli uffici della Provincia. E intanto qualcosa si sta già muovendo.
«In effetti nei giorni passati un rappresentante di una società è venuto a Villa Saporiti per chiedere informazioni sul piroscafo – spiega il presidente della Provincia di Como, Maria Rita Livio – Il Patria intanto a breve ritornerà da noi. Stiamo facendo il possibile per garantire un futuro alla storica imbarcazione». Ma ecco cosa è successo: la Navigazione Lago di Como nei mesi scorsi ha comunicato di non voler rinnovare il comodato gratuito, in scadenza il 31 dicembre 2017, per le gestione del natante. Le cause sono da ricercarsi nei costi elevati per la manutenzione e nella necessità, per farlo tornare a navigare, di avere un equipaggio qualificato oltre alla realizzazione di alcuni lavori sul piroscafo, come gli arredi interni. Da qui la necessità di trovare un soggetto disposto a investire per riportarlo in servizio.

Articoli correlati