Cronaca

Pd, il successo di Sinigaglia fa esultare la minoranza civatiana

Il dopo Europee
Il comasco più votato accende il dibattito nel centrosinistra locale
Non ce l’ha fatta a entrare al Parlamento europeo, ma il risultato raggiunto da Paolo Sinigaglia, candidato comasco alle recenti elezioni, è stato comunque ottimo: quasi 21mila preferenze. «A nostra memoria, nessun comasco ha mai raggiunto un simile traguardo – ha detto ieri nella sede del Pd lariano il rappresentante della corrente civatiana – Siamo molto orgogliosi, anche perché la mia è stata una candidatura collettiva. Crediamo nella forza delle idee, nei progetti, nella capacità di fare elaborazione politica e nella volontà di lavorare sui temi. Il nostro programma era molto vasto, con una quindicina di articoli che parlavano di Europa e anche il Movimento delle 12 città, che Pippo Civati ha chiamato delle “12 stelle”, è servito a elaborare in modo positivo i modelli da seguire in Europa. Vogliamo ripartire da queste basi anche all’interno del Pd e di tutto il centrosinistra comasco, perché siamo convinti che questo successo sia replicabile anche in altre sedi. Ora ci aspettiamo che questa nostra capacità di mobilitazione sia valorizzata dal Partito Democratico».
In merito poi alle 824 preferenze raccolte a Como, Sinigaglia si è così espresso: «Dimostrano che si è messa in moto una rete che ha lavorato spontaneamente, con una mobilitazione silenziosa. Anche con pochi mezzi, si è affermato il principio che quando la politica parte dal basso riesce ancora a smuovere le persone».
Non si può però sottovalutare l’importanza che ha avuto in questo successo generale del Pd l’effetto del presidente del Consiglio Matteo Renzi: «L’ondata Renzi – ammette Sinigaglia – è stata molto importante, arriva dalla sua capacità di mobilitazione, dal suo innegabile dinamismo e dal suo entusiasmo. Ma non dimentichiamo il peso che ha avuto la corrente civatiana soprattutto nel tamponare quella parte del Pd più radicata a sinistra che rischiava di migrare verso altri lidi politici. Senza il lavoro di contenimento di Civati, il risultato del Partito Democratico sarebbe stato molto più basso».
Politicamente come verrà speso sul territorio questo successo? «Vediamo, noi intanto restiamo a disposizione per lavorare con tutta l’area del centrosinistra – dice Sinigaglia – Dobbiamo restare uniti e aperti alle proposte, parlando anche a chi ha visioni diverse dalle nostre. In questo senso l’esperienza dell’Ulivo resta per noi l’esempio migliore da seguire. Presteremo grande attenzione ai movimenti, alle liste civiche, senza sottovalutare nessuna realtà locale».
Sarete da stimolo per la giunta comunale? «Sicuramente il nostro risultato – risponde Sinigaglia – potrà essere un esempio da seguire per mobilitare la città anche in vista delle elezioni comunali del 2017. Vogliamo far capire che abbiamo un approccio politico diverso, che si basa molto sui rapporti umani».
Quali i temi caldi che sosterrete a Como? «Quelli di sempre – conclude il comasco più votato alle elezioni europee – ambiente, territorio, innovazione, diritti, cultura, formazione. In due parole puntiamo alla politica di prossimità. Il nostro è un modello che funziona, che non dipende solo dai leader, ma anche dalla partecipazione e dalle idee. Un metodo costruttivo che l’elettorato ha capito. Il peso di Renzi resta alto ma tutto il gruppo del Pd sta lavorando bene».

Maurizio Pratelli

Nella foto:
Al centro, l’esponente della minoranza del Pd Paolo Sinigaglia, il candidato comasco più votato alle Europee 2014
30 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto