Il Pd presenta la squadra per le regionali. In lista due sindaci e la presidente della Provincia
Cronaca, Elezioni 2018, Politica

Il Pd presenta la squadra per le regionali. In lista due sindaci e la presidente della Provincia

I candidati del Pd di Como alle elezioni regionali 2018. Da sinistra: Angelo Colzani, Maria Rita Livio, Elide Greco, Angelo Orsenigo, Alberto Gaffuri (foto Nassa) I candidati del Pd di Como alle elezioni regionali 2018. Da sinistra: Angelo Colzani, Maria Rita Livio, Elide Greco, Angelo Orsenigo, Alberto Gaffuri (foto Nassa)

Il Pd presenta i candidati per le regionali. E parla delle «promesse mancate» del governo di centrodestra. Ben sapendo che la partita a sostegno del sindaco di Bergamo Giorgio Gori sarà tutt’altro che semplice.

Sei i nomi comaschi sulla lista del Pd: Angelo Colzani, Alberto Gaffuri, Elide Greco, Maria Rita Livio, Angelo Orsenigo e Carmela Riccobene. Una compagine volutamente competitiva, con la quale i Dem tenteranno di trascinare – grazie al meccanismo delle preferenze – il più elevato numero di voti.

Non è un caso se nella corsa verso il Pirellone sono stati schierati sia il segretario provinciale (Orsenigo) sia la presidente della Provincia (Livio), tra l’altro ex sindaco di Olgiate Comasco.

La presentazione dei candidati è toccata al vice di Orsenigo, Federico Broggi, che in questa fase elettorale sostituirà il segretario provinciale.

«La Lega e Maroni ci avevano detto che avrebbero tenuto il 75% delle tasse in Lombardia, invece si sono limitati a indire un referendum costoso e inutile – ha detto Broggi – Anche il pedaggio della tangenziale doveva scomparire da questo mese e invece è ancora lì, almeno fino a giugno».

Broggi ha pure spiegato come sia avvenuta la selezione dei candidati – «attraverso la consultazione degli iscritti» – e ha parlato di «persone vicine al territorio, il cui impegno civico è riconosciuto».

Dopo tre mandati (uno dei quali più breve) dell’uscente Luca Gaffuri, il Pd comasco avrà nei prossimi 5 anni comunque un nuovo rappresentante in consiglio regionale. La gara interna tra candidati sarà condotta fino all’ultimo voto e non sono da escludere i cosiddetti “ticket”. La nuova legge elettorale permette ai cittadini di esprimere due preferenze ma soltanto qualora si scegliesse di votare un uomo e una donna.

Tutti gli aspiranti consiglieri del Pd hanno assicurato impegno e volontà di portare a Milano la voce del Lario. Con la presidente Livio che ha ricordato la necessità di far uscire Como dalle secche della propria «sindrome di Calimero», un’inferiorità che ha portato altre province a «primeggiare sulla nostra».

L’ex dirigente di Trenord, Angelo Colzani, ha chiuso rilanciando la necessità di «uscire da questa specie di medioevo ferroviario in cui è precipitata la Lombardia».

30 gennaio 2018

Info Autore

Dario Campione

Dario Campione dcampione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto