Pdl, accordo con Taborelli. Tambini verso il Pirellone. Saladini punta alla Camera

alt Le mosse del partito di Berlusconi
Da scissionista a uomo di punta del Pdl per le prossime regionali. È il destino dell’ex vicecoordinatore Patrizio Tambini, fino a due giorni fa tentato di seguire Formigoni nell’addio al partito, e ora, invece, ricomposta la frattura tra il governatore e Silvio Berlusconi, diventato il favorito numero uno per l’elezione al Pirellone. A cambiare definitivamente le carte in tavola è stato proprio un incontro tra Tambini e il neocoordinatore del Pdl lariano, Mario Alberto Taborelli. I due hanno

siglato la pace, con un accordo culminato nella sicura candidatura dell’esponente formigoniano nella lista per le regionali. Capace di prendere circa 10mila preferenze nel precedente tentativo del 2005, ora Tambini sembra addirittura il favorito nella corsa interna. Anche perché il sindaco di Cernobbio, Simona Saladini, ieri è stata chiara: «Credo che, avendo tutti i requisiti chiesti dal partito per una candidatura, parteciperò alle prossime elezioni. Ma non escludo di poterlo fare per la Camera dei Deputati».
Poco chiare, finora, le indicazioni sugli altri nomi dei pidiellini per la lista regionale. Quasi esclusi Marcella Tili e Giorgio Pozzi, potrebbe essere dirottato verso il Pirellone l’ex assessore Sergio Gaddi, a dispetto delle mire romane. Probabile, poi, l’inserimento di un nome vicino a Gianluca Rinaldin, con quest’ultimo fuori dai giochi. Tra i nomi circolati, anche quello dell’autocandidato Giovanni Acelti e del canturino Wolfango Masocco.
Gli altri concorrenti
Tra le altre liste, da segnalare innanzitutto la curiosità di un ex pidiellino e forzista storico della prima ora, l’ex assessore Alessandro Colombo, che sarà nella lista a sostegno di Gabriele Albertini per il Pirellone.
Ufficiale la chiusura della lista regionale anche per i Radicali della provincia comasca. Ne fanno parte Yuri Guiaiana, Paola Caspani, Aldo Guffanti, Bruna Colacicco e Claudio Malfatto.
Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, i nomi sono quelli di Giovanna Serpico, Antonio Endrizzi, Patrizia Casagrande e Angelo Nicotra.
Curioso notare che, per diatribe interne, i candidati sono solo 4 e non 5.
Infine, ecco la lista per le regionali di “Fermare il declino”. I cinque candidati di Oscar Giannino sono: Filippo Bernasconi, Roberta Cantaluppi, Alessandro Celuzza, Francesca Maria D’Asta e Alberto Livraghi.

Nella foto:
Sembrava a un passo dall’addio al Pdl, invece Tambini correrà per le regionali

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.