Cronaca

Pdl, Gaddi davanti alla Saladini. Palazzo Madama: Sala è ventesimo

altNessuno in posizione sicura, ma molto dipenderà dai risultati
Alla fine, l’ex assessore alla Cultura di Palazzo Cernezzi, Sergio Gaddi, ha vinto il derby con il sindaco di Cernobbio, Simona Saladini, per il miglior posizionamento nella lista del Pdl per la Camera (Circoscrizione Lombardia 2). Il primo, infatti, è riuscito a strappare l’undicesima posizione, mentre la sua “sfidante” è quattro posizioni più indietro, quindicesima.

Sono tutti molto più indietro gli altri comaschi.
Sul peso politico che la vittoria di Gaddi potrà effettivamente avere in futuro è difficile fare previsioni. Anche se, a poco più di un mese dall’appuntamento con le elezioni politiche (24 e 25 febbraio), un dato sembra sicuro: l’ex assessore, con una combinazione formidabile (e oggettivamente difficile) di eventi positivi potrebbe avere una minima speranza di entrare in Parlamento. La Saladini, anche ipotizzando le condizioni migliori, sembra obiettivamente fuori dai giochi (e, probabilmente, destinata a entrare nella lista pidiellina per le regionali). In termini più espliciti, Gaddi potrebbe cominciare a coltivare speranze concrete di un’elezione alla Camera (anche con il centrodestra perdente in termini assoluti) soltanto con il partito capace di sfondare abbondantemente quota 25% nella Circoscrizione di Como.
«L’11ª posizione – ha commentato Gaddi – lascia aperta una speranza. Ma, soprattutto, offre lo stimolo per condurre una campagna elettorale al massimo, senza il pericolo di sedersi. Per quanto riguarda i possibili risultati, io sono convinto che vinceremo le elezioni e che, come sempre, il Pdl nella Circoscrizione di Como farà un grande risultato. Quindi sono ottimista».
Chiaramente meno entusiasta Simona Saladini, in quindicesima posizione e dunque praticamente esclusa da una possibile elezione.
«Delusa? Ma no, nessun problema – minimizza il sindaco di Cernobbio – Io sono sempre stata al servizio del partito e sono comunque contenta di far parte di una lista forte. Lavorerò con quest’obiettivo in campagna elettorale, poi vedremo cosa succederà». Sull’ipotesi che possa correre anche per le prossime elezioni regionali, la Saladini si limita a dire che «io sono sempre a disposizione del partito, vedremo».
Per quanto riguarda il Senato, l’ex assessore regionale Giuliano Sala ha ottenuto il posto numero 20 nella lista del Pdl in Lombardia. Il che significa elezione difficile ma non impossibile (sebbene soltanto a patto che il centrodestra vinca la sfida con il centrosinistra a livello regionale). E da uno dei promotori della raccolta di firme a sostegno di Sala, il sindaco di Dongo, Mauro Robba, arrivano parole a metà tra la delusione e la speranza.
«Non possiamo dirci completamente soddisfatti – ha ammesso Robba, che ha riunito attorno a Sala circa 70 amministratori lariani – Abbiamo dovuto fare i conti con i soliti paracadutati, ma la posizione numero 20 non chiude la possibilità di un’elezione per Giuliano Sala. L’obiettivo numero uno, ora, è vincere in Lombardia».
Infine, il commento del coordinatore provinciale del Pdl, Mario Alberto Taborelli.
«Complessivamente, i posti toccati ai candidati di Como non ci soddisfano appieno – ammette Taborelli – perché speravamo di poter avere una presenza certa in Parlamento. Però, forse più al Senato che alla Camera, in considerazione degli ultimi sondaggi e del fatto che in lista vi sono personalità che potrebbero lasciare il posto per ricoprire importanti incarichi al Pirellone, possiamo coltivare qualche speranza in relazione a un buon risultato del Pdl e, in generale, di tutto il centrodestra in Lombardia».
Come Gaddi, anche Taborelli professa grande ottimismo sulle doti di Silvio Berlusconi. «Nel 2006 – ricorda il coordinatore provinciale del Pdl – sembrava che la sinistra avesse già vinto le elezione, e Berlusconi riuscì a compiere una rimonta incredibile. Sono convinto che anche questa volta si possa ripetere uno scenario molto simile».

Emanuele Caso

Nella foto:
Sergio Gaddi
22 gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto