Elezioni 2012

Pdl – Nuove alleanze e caccia agli astenuti. Butti: «Gaddi? Niente patti a colpi di diktat». Bordoli: «Ora battaglia per i nostri valori»

La botta è stata forte. E, sebbene senza toni eccessivamente drammatici, vertici e candidati del Pdl ne sono consapevoli. D’altronde sarebbe impossibile non trarre le dovute conseguenze di fronte a certi numeri. Per esempio, il volatilizzarsi di circa 20mila preferenze al candidato sindaco tra il 2007 (Stefano Bruni prese 25.760 voti, Laura Bordoli 5.286) e di circa 12mila alla lista (nel 2007 An e Forza Italia sommarono circa 17mila voti, oggi il Pdl poco meno di 5mila). Insomma, recuperare il
fossato di 9mila preferenze al candidato del centrosinistra, Mario Lucini, i prossimi 20 e 21 maggio, appare impresa come minimo epica.
Eppure, almeno a livello ufficiale, le dichiarazioni del coordinatore provinciale Alessio Butti e della candidata sindaco Laura Bordoli sono incentrate su un obiettivo solo: la strada da intraprendere per la rimonta “impossibile”.
«Domani sera (oggi, ndr) – ha dichiarato Butti – avremo una riunione con il candidato sindaco per valutare la situazione con calma e organizzarci in vista del prossimo ballottaggio». E, fatalmente, il mirino sarà puntato sugli unici due aspetti davvero in grado di ridare speranza al popolo pidiellino: valutare nuovi apparentamenti con altre liste e pescare nel grande serbatoio degli astenuti.
«Sul fronte degli apparentamenti oggi escludo tutto e non escludo nulla al tempo stesso – ha affermato il senatore Butti – Valuteremo proposte e programmi e poi decideremo». Sull’ipotesi di un riavvicinamento con Sergio Gaddi e la lista “Forza Cambia Como”, Butti usa toni durissimi.
«Meraviglia molto la protervia e l’arroganza con cui, nonostante la magra figura, Gaddi insiste con la politica del ricatto, delle minacce e dei diktat – ha affermato il senatore – Noi non siamo stati unanimemente interessati a un’alleanza al primo turno, e se questa è la sua strategia per il ballottaggio, tutta la lista, Laura Bordoli, in testa, non sarà certamente interessata ad alcun tipo di approccio. Ci interessano esclusivamente le convergenze programmatiche. Polemiche e polemisti in servizio permanente effettivo si astengano».
Oltre al tema degli apparentamenti, il Pdl tenterà di riportare alle urne il vasto popolo degli astenuti. «Dobbiamo portare a votare i 6mila comaschi che hanno disertato le urne – e che le statistiche attribuiscono al centrodestra. Dovremo convincere tutti che Laura Bordoli potrà governare bene la città, cambiando decisamente il sistema di governo».
La stessa candidata sindaco, smaltita la delusione per il risultato decisamente inferiore alle aspettative, guarda comunque al ballottaggio.
«Noi almeno al ballottaggio siamo arrivati, in altre città d’Italia non è accaduto nemmeno questo – – ha affermato la Bordoli – Dobbiamo assolutamente rimontare, chiedendo ai comaschi di fare una scelta netta sui nostri valori, i valori del centrodestra, rispetto a quelli del centrosinistra».
«Stiamo già pensando alle strade da intraprendere – ha concluso la Bordoli – Ora però serve pensare in che cosa si può fare meglio. Io comunque resto serena. Sono scesa in campo per amministrare questa città e ora chiedo ai cittadini di decidere».

Emanuele Caso

9 Maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto