Investiti e sbalzati nel fiume Lambro: il padre muore, gravissima la figlia

incidente mortale

Sono gravi le condizioni di una donna di 44 anni ricoverata da domenica all’ospedale Manzoni di Lecco dopo essere stata travolta, con il padre, da un’auto a Magreglio, alle porte del paese. L’uomo, 68 anni, a causa del violento impatto è stato sbalzato nel Lambro ed è morto praticamente sul colpo per le ferite riportate. La figlia è stata invece soccorsa e trasportata in elicottero nel presidio lecchese. Resta al momento ricoverata in neurorianimazione con prognosi riservata.
La dinamica del tragico schianto è al vaglio dei carabinieri della stazione di Asso, che hanno effettuato i rilievi.
La Procura di Como ha aperto un fascicolo per omicidio stradale. Il conducente dell’auto che ha investito i due pedoni, un 45enne, è sotto shock. Viaggiava con la moglie e due bambini di 9 e 6 anni. Nessuno degli occupanti dell’auto è rimasto ferito. Il conducente è risultato negativo al test dell’etilometro e dalle prime informazioni sembra non procedesse a velocità elevata. L’incidente è avvenuto attorno alle 14.30 sulla strada provinciale, all’ingresso di Magreglio.
La vittima, Cosimo Damiano Maffettone, residente in paese, stava passeggiando con la figlia e il cane in direzione Barni quando, per cause ancora da chiarire, i due sono stati travolti dall’auto guidata dal 45enne.
Il pensionato, dopo il drammatico urto, è stato sbalzato nel sottostante fiume Lambro. I soccorritori, intervenuti rapidamente, non hanno potuto fare nulla per salvarlo. La figlia, a sua volta caduta sul greto del fiume, ha riportato ferite e traumi molto gravi. Dopo le prime cure effettuate sul posto, è stata trasportata all’ospedale di Lecco.
Ingente il dispiegamento di mezzi per i soccorsi, con le ambulanze e i vigili del fuoco, oltre ai carabinieri che ora sono al lavoro per chiarire la dinamica del tragico incidente.
Sconcerto a Magreglio, dove Cosimo Damiano Maffettone viveva da sempre con la moglie.
La coppia ha un altro figlio. Anche la donna ricoverata in gravi condizioni a Lecco è mamma di un bambino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.