Pellegrini, maestro lariano dei paesaggi innevati

Pittura – Una nuova monografia celebra l’opera dell’artista brianzolo morto ad Albese nel 1937
È stata appena pubblicata un nuova monografia su un maestro lariano tutto da riscoprire, Carlo Pellegrini. È considerato unanimemente il pittore dei paesaggi innevati e degli sport sulla neve. Nato il 25 ottobre 1866 ad Albese (dove morì nel 1937), terminati gli studi classici, nel 1855 si iscrisse all’Accademia di Brera e ottenne subito con i suoi lavori naturalistici numerosi consensi e premi. L’amore per la montagna, coltivato nella sua amata terra di Brianza, lo condusse agli inizi del Novecento
in Svizzera dove rimase per quasi vent’anni spostandosi da una località sciistica all’altra e dove ebbe modo di conoscere e apprezzare gli sport invernali, che elesse a propria cifra tematica di riferimento. Invitato dal barone Pierre de Coubertin a partecipare al Concorso di Pittura alla V Olimpiade di Stoccolma del 1912, vi vinse l’oro col trittico Sports d’Hiver. Tornato in Italia nel 1917, prese studio a Erba, a Villa Clerici.

Nella foto:
Uno dei dipinti del pittore lariano di adozione Carlo Pellegrini dedicati al tema della montagna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.