Pendolari, treni e disagi: il Pd si affida di nuovo ai volantini

La stazione di Como San Giovanni
Il volantinaggio in stazione è previsto per martedì prossimo 23 ottobre a partire dalle 7 del mattino
Il volantinaggio in stazione è previsto per martedì prossimo 23 ottobre a partire dalle 7 del mattino

Torna di moda il vecchio volantinaggio politico.

Martedì prossimo, 23 ottobre, il Partito Democratico ha annunciato infatti un volantinaggio nelle stazioni ferroviarie lombarde per chiedere treni sicuri, efficienti e puntuali e per segnalare la mancanza di risposte della Regione ai problemi dei pendolari.

Il giorno scelto non è casuale: il 23 ottobre era previsto un consiglio regionale ad hoc sulla condizione del trasporto ferroviario in Lombardia. La riunione, su richiesta della giunta, è stata però rinviata al 13 novembre.

Il Pd sarà nelle stazioni sin dalle 7 del mattino.

«Negli ultimi mesi abbiamo visto un incidente terribile come quello di Pioltello e abbiamo visto evitare un incidente sulla Lecco-Milano solo per l’intervento di un macchinista, oltre a guasti alle linee e ai treni, cancellazioni di corse e innumerevoli ritardi – ha dichiarato il consigliere regionale Angelo Orsenigo – A fronte di tutto questo la Regione ha prima intrapreso trattative per cambiare la governance di Trenord, fino a pensare di archiviarla, per poi decidere di cambiare solo l’amministratore delegato. Non va meglio sui convogli, che sono in buona parte vecchi e usurati, e mentre tutto il resto d’Italia avrà treni nuovi, grazie agli investimenti degli anni scorsi, la Lombardia deve accontentarsi di una manciata di treni usati. Le cose, così, non vanno e la Regione non sta facendo nulla per migliorare davvero le condizioni del servizio ferroviario»-

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.