Cronaca

Pensionato picchiato a sangue dopo un sorpasso

Un 68enne di Albate preso a calci e pugni sabato notte in piazza Camerlata
Drammatiche sequenze di un tremendo film sabato sera in piazza Camerlata. Prima un sorpasso azzardato, poi un pericoloso zig-zag davanti alla sua auto. Una frenata improvvisa. Il rischio di un tamponamento. Un comportamento da irresponsabili, deve aver pensato il 68enne di Albate che, alla guida della propria vettura, si è trovato davanti quell’auto impazzita.
Il pensionato era diretto verso casa, ma in piazza Camerlata, dopo quelle pericolose evoluzioni sulla strada Napoleona, ha visto il
semaforo rosso e la stessa auto che poco prima aveva compiuto quelle manovre. Allora è sceso per chiedere spiegazioni al conducente.
Per tutta risposta, senza neppure aver aperto bocca, si è ritrovato a terra, preso a calci e pugni. I teppisti che erano sull’auto sono scesi e, anche grazie all’oscurità, lo hanno colpito con una scarica di colpi. Lo hanno lasciato ferito sull’asfalto. Sanguinante e sotto shock, vicino alla sua auto.
L’uomo è stato soccorso da alcune ragazze giunte poco dopo in auto. Lo sconcertante episodio è avvenuto sabato notte a Camerlata. Il pensionato, dopo aver visto quell’auto così spericolata, aveva deciso di chiedere spiegazioni. I ragazzi sulla vettura, poi subito fuggiti, non l’hanno neppure lasciato parlare. Lo hanno aggredito selvaggiamente, ferendolo alla mascella e a uno zigomo. Lesioni serie, tanto che il pensionato è stato operato ieri all’ospedale Sant’Anna di San Fermo. Gli uomini del posto di polizia hanno raccolto la sua denuncia anche se l’uomo era ancora sotto shock per l’accaduto. Non è stato neppure in grado di riferire il modello dell’auto che lo ha superato in quel modo, né – tantomeno – la targa.
E lo stesso hanno fatto le ragazze arrivate subito dopo: nessuna è stata in grado di prendere il numero di targa dei teppisti. Ma non è detto che gli aggressori possano averla fatta franca.
A Camerlata, tra banche, farmacia e bar, ci sono tante telecamere puntate sulla strada: qualcuna di esse potrebbe aver ripreso l’auto dei giovani malviventi scappare poco prima dell’una di notte a tutta velocità. E dai quei fotogrammi potrebbe anche saltare fuori qualcosa di utile per le indagini, al momento ancora bloccate alla denuncia della vittima e delle sue prime soccorritrici. Gli agenti della Questura stanno cercando di capire qualcosa dalle telecamere. Un lavoro lungo, minuzioso, il loro. Ma che potrebbe anche dare i risultati sperati.
D’altra parte si confida che qualcuna delle persone a bordo delle auto passate mentre avveniva l’aggressione possa aiutare gli inquirenti a ricostruire l’episodio e a rintracciare i responsabili. La vittima, nel frattempo, resta ricoverata in ospedale sotto osservazione.
Il 68enne, come detto, è stato operato ieri e l’intervento è riuscito e le ferite sono state ridotte.

Marco Romualdi

Nella foto:
Piazza Camerlata, teatro sabato notte della violenta aggressione di un gruppo di ragazzi che si sono accaniti contro un pensionato di 68 anni
1 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto