Perry Ellis: «Impressionato dai tifosi di Cantù»

Il nuovo acquisto Ellis

«Il primo impatto? Mi hanno impressionato i tifosi della Pallacanestro Cantù: davvero fantastici. Mi sono reso conto davvero di cosa vuol dire avere dei fans che danno incessantemente il loro apporto alla squadra». Parole di Perry Ellis, ultimo acquisto della Pallacanestro Cantù, che ha esordito con i colori della squadra brianzola domenica scorsa.
Una “prima” indimenticabile, visto che Cantù ha superato la Sidigas Avellino dell’ex Stefano Sacripanti per 83-82. Una gara decisa negli istanti finali del match, con Culpepper che a un soffio dalla sirena ha segnato i due tiri liberi decisivi. Dopo questo successo, Cantù è salita al settimo posto in coabitazione con Sassari, Trento e Cremona. Nel prossimo turno la squadra di coach Marco Sodini è attesa da una nuova sfida casalinga contro la Flexx Pistoia, attualmente quartultima (biglietti in prevendita presso il “Blackcourth Store” a Cucciago).
Unica notizia non buona, i 1.650 euro di multa inflitti al club per le offese del pubblico ai direttori di gara e per un oggetto contundente che ha colpito un arbitro.
«Al di là del mio esordio – aggiunge Ellis – la cosa che più mi interessava era vincere, considerati l’importanza della partita e il fatto che di fronte c’era la formazione prima in classifica. Volevo iniziare con il piede giusto e così è stato. E, al di là di questo, sarà importante lavorare bene in settimana, visto che è necessario trovare al più presto la migliore sincronia con i compagni».
Un successo di grande rilevanza, anche se alla fine coach Marco Sodini non si è mostrato troppo entusiasta. «Questa vittoria vale tanto ma non mi sento completamente soddisfatto» sono state le sue parole. Poi ha aggiunto: «Può sembrare un paradosso, soprattutto dopo aver battuto la prima della classe, anche perché l’obiettivo societario resta la salvezza, ma, come ripeto tante volte, il miglioramento di noi stessi è imprescindibile e in alcuni momenti non sono rimasto contento».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.