Perturbazione in arrivo, oggi neve sul Lario. Le previsioni: Olgiatese zona più colpita

Neve del 1° febbraio. Zona di Grandola ed Uniti

Mercoledì una prima precipitazione, non soltanto sui rilievi, ma anche in pianura. Ieri una giornata di tregua in attesa di una intensa nevicata odierna, annunciata dai meteorologi e dalla Protezione Civile della Regione Lombardia, con un’allerta arancione.
Fin dalla mattina è atteso un peggioramento delle condizioni, anche a basse quote, soprattutto nella zona di Olgiate e nelle località al confine con la provincia di Varese. Il fenomeno riguarderà in ogni caso tutto il Comasco, con intensità differenti.
Tra pomeriggio e serata, poi, ci sarà l’attenuazione delle precipitazioni anche se il maltempo è destinato a proseguire con la pioggia. E proprio la pioggia, nelle zone dove la neve sarà meno copiosa, aiuterà ad evitare gli accumuli, soprattutto sulle strade.
Il consiglio è di evitare di mettersi in viaggio se non per motivi strettamente necessari. Si dà invece per scontato – visto l’obbligo dal 15 novembre – che chi si metterà al volante lo farà con le gomme termiche o con le catene.
Anche per domani il tempo sarà incerto nel Comasco in tutta la regione; ci sarà ancora neve, ma soprattutto sui rilievi. Altrove si annuncia comunque un sabato piovoso. Un lieve miglioramento dovrebbe arrivare nella tarda mattinata di domenica, anche se, dopo l’acqua, è annunciata nebbia.
Il cielo rimarrà comunque coperto e lunedì potrebbero scendere fiocchi, non solo in montagna, ma anche nelle zone collinari, tra i 400 e i 600 metri.
Intanto, da oggi sono revocate le misure temporanee di primo livello per il miglioramento della qualità dell’aria nelle province di Como e Pavia. Sul Lario le concentrazioni di Pm10 sono risultate mercoledì al di sotto del limite. Questo, associato alle previsioni del tempo, ha consentito la revoca.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.