Piano di risanamento. Il Casinò di Campione chiede altri due mesi

Il Casinò di Campione d'Italia

Ancora 60 giorni di tempo. I legali della casa da gioco di Campione d’Italia hanno infatti presentato una istanza per chiedere al Tribunale una proroga di due mesi relativa alla presentazione di un piano di risanamento. L’istanza deve ancora essere accolta, ma non dovrebbero esserci problemi al riguardo.
La vicenda si riferisce all’istanza di fallimento invocata dalla Procura di Como a firma del procuratore capo Nicola Piacente e del pubblico ministero Pasquale Addesso. La procedura era stata sospesa nei mesi scorsi proprio in attesa di conoscere gli estremi del concordato preventivo i cui termini di presentazione scadevano ieri.
L’obiettivo dei legali era quello ovviamente di trovare una via d’uscita che permettesse di evitare la crisi del Casinò di Campione d’Italia. Dopo la richiesta di proroga di ieri, tuttavia, nulla è stato scongiurato e alla casa da gioco verrà con ogni probabilità concesso un ulteriore tempo – appunto di 60 giorni – per presentare il piano di risanamento sulla cui validità si baserà la decisione sull’istanza di fallimento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.