Pianoforte e orchestra, trenta candeline per il concorso di Cantù

Concorso Pianoforte e orchestra città di Cantù

Quando in Italia tutti i più importanti concorsi internazionali sono stati annullati, il “Città di Cantù”, rinomato concorso dedicato ai pianisti che si esibiscono con orchestra, promosso dalla Nuova Scuola di Musica diretta da Giuliano Molteni, ha tenuto duro e  grazie alla collaborazione e ai contributi di tanti partner istituzionali ha potuto confermare l’appuntamento per quest’anno in cui l’evento festeggia trenta candeline. Partner storico è l’orchestra Mihail Jora di Bacau con  il suo mitico direttore Ovidiu Balan che ha reso possibile la realizzazione di questa tanto attesa 30ª edizione con la speranza che tutto  proceda per il meglio.
Nei giorni scorsi la giuria internazionale del Concorso, il cui direttore artistico è il maestro Vincenzo Balzani, tra gli oltre 90 concerti visionati ha selezionato i 30 candidati ammessi alle prove semifinali con orchestra.
Vengono da Stati Uniti, Cina, Giappone, Russia, Corea del Sud, Romania, Spagna, Bielorussia, Ucraina, Polonia e naturalmente dall’Italia i candidati a questo prestigioso concorso brianzolo. Si cimenteranno con concerti del repertorio classico come il secondo, il quarto e il quinto Concerto per pianoforte e orchestra di Ludwig Van Beethoven, il concerto numero 11 di Haydn e i Concerti per pianoforte e orchestra K 415, K 466 e K 488 di Mozart, ma anche con pagine di Chopin, Prokofiev, Schumann, Brahms. Tchaikovsky, Gershwin e Rachmaninov.
Il concorso è organizzato, come sempre, dalla Nuova Scuola di Musica di Cantù, che ha sede in via Pontida 5 e che vede in Giuliano Molteni il suo presidente. È nata nel lontano 1986 quando alcuni giovani musicisti canturini sentirono la necessità di tradurre il loro impegno in una iniziativa che fosse un punto stabile di riferimento per appassionati e professionisti.
Una cooperativa senza fini di lucro sostenuta dal Comune di Cantù, dalle realtà economiche locali, dalla collaborazione dei soci, dalla competenza dei docenti, dalla passione degli allievi e dalla fiducia dei genitori. Accanto a corsi finalizzati allo studio professionale della musica promuove iniziative volte alla diffusione della cultura musicale e alla pratica amatoriale.
Le nuove date del concorso, previsto storicamente per maggio, sono dal 15 al 19 settembre prossimi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.