Piazza De Gasperi, la movida si spegne. Vigili in piazza alle 20

Piazza De Gasperi "chiusa" dopo l'ordinanza anti rumore
Piazza De Gasperi "chiusa" dopo l'ordinanza anti rumore
Piazza De Gasperi “chiusa” dopo l’ordinanza

 

La febbre del sabato sera, in riva al lago, non sale. L’ordinanza che da venerdì ha “spento” alle 23 i locali di piazza De Gasperi sta invece già provocando molto rumore tra gli esercenti.
Le polemiche sono già inarrestabili e i commercianti lanciano l’allarme occupazionale. Il tutto mentre i vigili di Como, nella prima sera di vigenza dell’ordinanza, si sono presentati in piazza ben prima delle 23. Si sono “appostati” in piazza per iniziare a verificare la situazione poco dopo le 20.30. Un atteggiamento forse paradossale che ha spinto anche l’assessore al Commercio del Comune di Como, Marco Butti a intervenire, affidandosi a Facebook. «Le ordinanze e le sentenze si rispettano. Su questo non c’è dubbio. Per vigilare sul rispetto delle stesse occorre buon senso, attenzione e non militarizzazione – dice l’assessore Butti – Il rischio è quello di produrre una serie di effetti controproducenti. Nel caso specifico di piazza De Gasperi, qualcuno dovrebbe ricordarsi che l’orario notturno entra in vigore dalle 22 e non alle 20.30. A tale riguardo anche la stessa ordinanza del giudice parla chiaro quando dice “il Comune di Como sia onerato di incrementare il controllo e la vigilanza su piazza De Gasperi in orario notturno”. Lo ribadisco, le 20.30 non sono classificabili come orario notturno. La speranza è che già da stasera (ieri), nel pieno rispetto dell’ordinanza del giudice, prevalga il buon senso». Anche il gestore di uno dei locali presenti in piazza De Gasperi – Carmine Giuliani – ha affidato a facebook uno sfogo, postando una foto dei vigili urbani sullo sfondo con in primo piano le sedie del locale e gli ombrelloni tutti rigorosamente chiusi. Come noto, infatti, nei giorni scorsi, il giudice ha sciolto la riserva e ha preso una decisione nella battaglia legale tra un residente della zona, esercenti e Comune per i tavolini nella zona a ridosso della funicolare, disponendo la chiusura dei locali di piazza De Gasperi alle 23, tutti i giorni, fine settimana compreso. «Il giudice a mio avviso ha applicato la legge adottando una soluzione moderata per tutte le parti in causa – spiega Giovanni Boyl proprietario di diversi appartamenti in piazza De Gasperi – Certo è che forse, vista la situazione, lo stesso andrebbe fatto anche in altre zone del centro dove c’è altrettanto rumore causato dai locali».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.