Piazza Roma, duello senza fine

alt

Lo scontro in centro città
Strisce gialle al posto di quelle blu: negozianti sulle barricate, l’assessore difende il provvedimento

(f.bar.) È un duello ormai infinito quello che oppone i commercianti di piazza Roma e l’assessore alla Mobilità, Daniela Gerosa. I contendenti, in origine, avevano cominciato a tirare di fioretto.
L’assessore, tre mesi orsono, illustrò il progetto di ampliamento della zona a

traffico limitato (ztl), lodandone gli indubbi benefici sia per la viabilità che per l’ambiente e il turismo. Aveva spiegato trattarsi di un piano voluto anche per rispondere alle esigenze di chi abita nella zona, trasformando l’area in un immenso parcheggio giallo per residenti e assicurando una pronta opera di riqualificazione della piazza stessa. I commercianti, sulle prime, seppur perplessi avevano controbattuto con cautela. Avevano domandato di poter ragionare insieme sulle mosse da fare e di non essere privati, all’improvviso, di tutti i posti blu. Una rivoluzione vista come deleteria per i loro clienti.
Poco dopo, però, le posizioni sono iniziate a irrigidirsi. Il piano di rivoluzione della sosta e la creazione dell’area gialla in piazza Roma hanno infatti preso sempre più forma. Mentre si continuava a discutere, i posti blu sono spariti e i contendenti, dal fioretto sono passati a impugnare la sciabola.
I commercianti hanno immediatamente gridato al tradimento. E a quelli in lotta fin dal primo momento se ne sono aggiunti altri. Come Piera Galimberti, della storica profumeria “Piergalì” che è stata lapidaria: «Paghiamo le conseguenze di una decisione miope e sbagliata – ha detto – Il Comune ci uccide. Piazza Roma così è un cappio al collo».
Sintesi efficace di mesi di scontri vissuti sulle barricate da parte dei commercianti. In passato si era anche ipotizzato un ricorso al Tar. Dalla loro parte si sono schierati, oltre a Confcommercio Como e Confesercenti, anche altre associazioni come l’Acus (Associazione civica utenti della strada di Como). Chi nella piazza lavora, infatti, si è ritrovato senza più un parcheggio per i clienti e completamente circondato da un deserto di posti gialli vuoti. In più di un’occasione gli esercenti hanno chiesto delucidazioni all’assessore e al sindaco senza però mai ottenere – a loro avviso – una risposta soddisfacente.
Intanto, complice anche il cantiere aperto sul ponte della darsena sul lungolago, in piazza Roma la ztl non è ancora stata attivata: i posti gialli sono quasi sempre vuoti e le poche vetture in sosta sono praticamente quasi tutte abusive. E ieri l’ennesimo episodio di questo scontro con una delegazione di commercianti che ha deciso di chiedere, ancora una volta, spiegazioni sul provvedimento, recandosi direttamente in consiglio comunale.

Nella foto:
Deserto in piazza Roma, con le strisce gialle desolatamente vuote, senza auto (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.