Cronaca

Picconate alla scrofa: sei mesi di pena a un 32enne

altLa povera bestia fu uccisa di notte mentre allattava i maialini
Picconate nel cuore della notte. Così, in questo modo barbaro, fu uccisa una scrofa, una cinta senese che tra l’altro stava allattando alcuni maialini appena nati. Un atto crudele, per cui ieri mattina un romeno di 32 anni residente a Como è stato condannato a sei mesi di reclusione con pena sospesa.
Il reato contestato è quello previsto dall’articolo 544 bis del codice penale, che parla proprio di «uccisione di animale». I fatti risalgono alla notte tra il 18 e il 19 febbraio 2013,

in un orario compreso tra le 20.30 e le 9 della mattina.
La scrofa si trovava in un agriturismo di Grandate.
Un uomo fece irruzione nella struttura e colpì con un piccone, più volte, la povera bestia che morì dilaniata.
L’autore del gesto commise però un grosso errore e lasciò il proprio giubbotto nei pressi del recinto della scrofa.
Lo stesso giubbotto che le immagini a circuito chiuso dell’azienda avevano ripreso la sera prima addosso a un 32enne romeno che aveva anche avuto dissidi con i responsabili dell’agriturismo.
Una indagine che, dunque, si è subito concentrata sulla figura del romeno, poi stato iscritto sul registro degli indagati dalla Procura di Como.
A ulteriore riscontro dell’accaduto furono poi raccolti mozziconi di sigaretta che ricondussero pure quelli al 32enne.
L’accusa nei confronti del sospettato – che poi ha anche confessato – si riferisce proprio ai colpi inferti «ripetutamente» e «con un piccone» a una scrofa di «razza cinta senese» sulla «parte frontale», avendo compiuto il tutto «con crudeltà» e, soprattutto, «senza necessità».
La vicenda è dunque approdata ieri mattina di fronte al giudice monocratico del tribunale di Como, Walter Lietti, che ha accolto le richieste del pubblico ministero Vanessa Ragazzi che aveva invocato a gran voce la condanna del romeno.
Alla fine, la pena ritenuta congrua è stata di sei mesi di reclusione con la sospensione condizionale.

Mauro Peverelli

Nella foto:
La cinta senese è una antichissima e preziosissima razza suina delle colline toscane
9 Ott 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto