Pinacoteca chiusa? Grazie al Rotary almeno Sant’Elia è visibile

Antonio Sant'Elia disegno

Il “progetto Sant’Elia” del Rotary Club Como permette durante le chiusure dei musei di ammirare almeno una parte cospicua dei tesori della Pinacoteca di Como chiusa al pubblico. Che conoscendo la difficoltà di fruizione della collezione di 164 disegni di Antonio Sant’Elia conservati presso la Pinacoteca Civica di Como a Palazzo Volpi in collaborazione con il Comune di Como, proprietario dei disegni, e di altre istituzioni comasche (Fondazione Comasca, Fondazione del Credito Valtellinese, Assessorato alla Cultura della Provincia di Como, Camera di Commercio di Como), il Rotary ormai molti anni fa ha deciso di finanziare un intervento di diffusione dell’opera del grande architetto comasco.
Sono quindi allestite presso la Pinacoteca due sale di informazione e di consultazione digitale dei disegni e viene realizzato un apposito sito tuttora attivo http://www.antoniosantelia.org/ che presenta la collezione dei disegni di proprietà pubblica ma che intende poi, nel tempo, raccogliere e documentare tutta la produzione di Sant’Elia. Questo secondo passaggio è ancora da completare e sarebbe ora che qualche mecenate si facesse carico dell’impresa.
I visitatori del sito possono accedere alle immagini di tutti i disegni, che sono accompagnate da schede scientifiche che ne illustrano il tema e la storia collezionistica.
Completa il tutto una biografia dell’architetto, un’ampia bibliografia e un esaustivo elenco delle esposizione in cui i disegni sono stati esposti.
Particolarmente utile per gli appassionati di Sant’Elia è, inoltre, lo spazio dedicato alla rassegna stampa sulla sua opera e alle notizie in tempo reale delle esposizioni che prestano attenzione al suo lavoro

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    enrica vittani , 7 Dicembre 2020 @ 16:21

    Peccato non poter recarci in Svizzera dove i Musei sono aperti tutti Chiasso Mendrisio ecc. con esposizioni che termineranno a Gennaio 2021 Speriamo in bene
    Enrica V

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.