Pioggia di multe ai clienti delle “lucciole”: «Privacy salvaguardata»

alt Cermenate. Parla il primo cittadino
(l.o.) Cermenate fa la guerra alle prostitute e multa i clienti. Undici le sanzioni date dalla polizia locale in due uscite serali e notturne effettuate a sorpresa in questi giorni.
«Ne hanno date sei alla prima uscita e cinque alla seconda», conferma il sindaco Mauro Roncoroni.
«È tutta gente che viene da fuori – aggiunge il primo cittadino – La maggior concentrazione delle prostitute si trova lungo la ex statale dei Giovi. I clienti le caricano e le portano nel piazzale del mercato». È proprio questo uno dei punti nodali del sesso a pagamento.

È anche la zona del paese dove la pattuglia in servizio ha dato più multe ai clienti delle lucciole. 

Sono tutte sanzioni da 160 euro. Gli amministratori cermenatesi si sono anche imposti una linea da seguire: salvaguardare la privacy familiare. «In questo modo i clienti pagano subito o entro i 60 giorni da quando vengono fermati attraverso il bollettino postale che viene consegnato loro al momento del controllo – prosegue il primo cittadino – Non parte però l’avviso di accertamento a domicilio e quindi la notizia non trapela all’interno dell’ambito familiare».
L’ordinanza, in vigore per tre mesi, resterà attiva fino alla fine di settembre. «Sono contento che tra le pieghe del bilancio siamo riusciti a ricavare i soldi per il pattugliamento serale della polizia locale – è l’amaro sfogo di Roncoroni – Non va dimenticato che quest’ufficio è sotto organico. Abbiamo in servizio quattro agenti ma siamo comunque stati in grado di impostare dei servizi di controllo serale e notturno del territorio».

Nella foto:
Giro di vite a Cermenate contro i clienti delle “lucciole”: piovono le multe

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.