Pioggia di sassi sulla Regina: colpita un’auto

Le montagne lariane tornano a far tremare gli abitanti del lago già pesantemente provati dalla frana di Brienno
Nuovo smottamento ieri mattina a Moltrasio: illesa la donna che era alla guida
Quando la ferita è ancora fresca, anche un piccolo spavento può risvegliare brutti ricordi.
È quello che è capitato ieri mattina a Moltrasio, sulla statale Regina, dove una pioggia di sassi dalla parete è piovuta sulla carreggiata sottostante colpendo una macchina che stava transitando in direzione di Como.
Un evento che ha riportato immediatamente alla mente i recenti fatti di Brienno, l’impressionate frana caduta sul paese ancora oggi profondamente ferito al cuore.
Quello

di ieri, invece, è stato un fenomeno decisamente più limitato e contenuto, che pur non avendo causato danni enormi (se non all’auto colpita), ha portato a chiudere una parte della carreggiata della Statale per effettuare la messa in sicurezza della parete.
Intervento protrattosi per più ore, terminato intorno alle 14. Ma partiamo dall’inizio, ovvero dal grosso rischio corso da una donna 40enne al volante di una Suzuki che, ieri alle 10, percorreva la statale Regina in direzione Sud. All’altezza del territorio del comune di Moltrasio, però, una pioggia di pietre è caduta sulla carreggiata. Una di queste, ha finito con il colpire il mezzo in transito sulla parte anteriore, tra parafango e cofano. L’auto è stata danneggiata ma, per fortuna, la signora al volante non ha riportato alcuna conseguenza.
Sul posto però si sono immediatamente recati i tecnici dell’Anas, assistiti dai vigili del fuoco e dagli uomini della polizia provinciale e della polizia locale che hanno iniziato a ispezionare la parete da cui si erano staccati i massi poi caduti sulla strada statale. Un’operazione delicata che ha reso necessaria, su decisione degli intervenuti sul posto, la chiusura della corsia sud della Regina istituendo il senso unico di marcia alternato dalla parte opposta della carreggiata. Un blocco di una cinquantina di metri, ovvero il tratto interessato allo smottamento, che ha permesso di lavorare in tranquillità alla messa in sicurezza della parete, facendo cadere gli altri massi pericolanti e che rischiavano di precipitare sulla Regina.
L’intervento, iniziato poco dopo le 10, l’ora dell’incidente, è proseguito fino alle 14 con conseguenti ripercussioni sulla viabilità della zona che comunque non hanno provocato enormi code ma solo piccoli rallentamenti.
Terminati i lavori, la strada è tornata agibile in entrambe le direzioni e la situazione è immediatamente rientrata nella normalità.
Rimane invece il problema delle montagne che sovrastano la Regina, che negli ultimi mesi hanno causato non pochi grattacapi agli abitanti della zona, sfociati nel terribile smottamento di Brienno in cui solo per miracolo non si sono, alla fine, contate vittime, ma danni ingenti.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Una parte dei sassi caduti sulla Regina, uno dei quali ha colpito un’auto in transito

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.