Pioggia record, tre volte la media stagionale

alt

Le statistiche degli esperti di MeteoSvizzera
Precipitazioni intense tra dicembre e febbraio. Sale il livello del lago

È da record la pioggia caduta nelle ultime settimane. La sensazione dei comaschi, stanchi di dover uscire di casa con l’ombrello quasi ogni giorno, viene confermata dalle statistiche degli esperti di MeteoSvizzera, che spiegano come nella regione insubrica, tra i mesi di dicembre e febbraio, abbia piovuto il triplo rispetto al normale.
La stagione infinita delle piogge in riva al Lario è iniziata nell’ultima parte di dicembre, quando ha piovuto due volte e mezzo rispetto alla media degli

anni precedenti.
«A gennaio – continuano gli esperti di MeteoSvizzera – la quantità di pioggia caduta è pari al 336% rispetto alla media statistica: in altre parole, è piovuto il triplo».
I dati peggiorano con febbraio, mese in cui dovrebbe piovere per 50 litri al metro quadrato, e finora – a nove giorni dal termine – ne sono caduti già 200. Quattro volte tanto.
«Quest’ultimo periodo tra dicembre e febbraio – spiegano i meteorologi elvetici – oltre a essere stato uno dei più umidi, è anche uno dei più caldi mai registrati. Negli ultimi mesi spesso abbiamo rilevato correnti da sud che portano caldo e pioggia. I due fattori sono collegati, poiché l’aria calda contiene più umidità. Per ora, è impossibile dire se si tratti di un evento unico, isolato, oppure dell’effetto dei cambiamenti climatici».
Intanto, oggi la pioggia dovrebbe lasciare spazio a un po’ di sole, ma le precipitazioni sono attese per domani, seppure di intensità limitata. Nel weekend, inoltre, dovrebbe prevalere il bel tempo.
Le abbondanti precipitazioni degli ultimi giorni hanno anche spinto verso l’alto il livello del lago.
Ieri sera, alle 21, le acque del Lario avevano raggiunto quota 79 centimetri sullo zero idrometrico, ancora distanti dalla soglia di esondazione in piazza Cavour, fissata a quota 140 centimetri. Nel bacino del lago sta però entrando più acqua di quanta ne esca: l’afflusso è pari a 277 metri cubi al secondo, mentre il deflusso è fermo a 192 metri cubi.

Nella foto:
A sinistra, ecco come si presentava ieri pomeriggio il livello del lago in piazza Cavour. A destra, pioggia e pozzanghere, un’immagine consueta in riva al Lario in questi mesi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.