Piroscafo Patria, si attende il parere della Sovrintendenza

Piroscafo Patria

Il Piroscafo Patria attende di conoscere il proprio futuro.
La Sovrintendenza deve infatti ancora pronunciarsi sul progetto di gestione dello storico piroscafo. E a Villa Saporiti già da mesi c’è attesa per questa valutazione, necessaria visto che il Patria risulta essere un bene vincolato.
E anche la società “The Lake of Como Steamship Company Snc”, i cui soci sono Giorgio Porta ed Enrico Guggiari, vuole conoscere quanto prima questo verdetto. La società infatti è l’unica a essersi presa in carico il futuro dello storico piroscafo, uno dei simboli della navigazione sul Lago di Como. «È un’operazione delicata che richiederà in futuro notevoli investimenti – dice Giorgio Porta – e l’iter amministrativo, che prevede come decisivo il passaggio dalla Sovrintendenza, richiederà almeno due mesi. Lo scopo è rimettere in navigazione il piroscafo. È il nostro primo obiettivo perché ha una valenza storico culturale notevole e un legame inscindibile con il territorio».
Il piroscafo è stato costruito 94 anni fa, è di proprietà della Provincia che lo acquistò nel 2004 per la cifra simbolica di 1 euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.