Piscina di Muggiò sempre chiusa. Oggi è il giorno della protesta. Dato: «Ci dicano la verità»

Como Nuoto pallanuoto piscina di Muggiò

È il giorno della protesta per la chiusura della piscina di Muggiò, che da luglio ha lasciato all’asciutto un migliaio di atleti e tanti appassionati del nuoto che utilizzavano il maggiore impianto della provincia nel tempo libero. «L’appuntamento è per le 19.15 – spiega Giovanni Dato, presidente della Pallanuoto Como, che ha organizzato la manifestazione – Speriamo di essere in un bel numero. Al sit-in hanno aderito altre società e gruppi. Abbiamo avvisato anche la Questura, ma sarà un evento assolutamente pacifico, durerà una mezz’oretta. Spero si presenti qualcuno anche del Comune. In particolare gli assessori Galli e Bella, che conoscono la vicenda. Spero vi sia anche una rappresentanza della Fin. Vogliamo conoscere il motivo di una chiusura così lunga».
Dato ricorda come si siano svolte lo scorso maggio manifestazioni 5 giorni dopo il crollo delle vetrate. In tutta sicurezza. «Eppure la giunta era la stessa. Cosa è cambiato da allora? Sono entrato l’altro giorno nella struttura di Muggiò – dice Dato – per recuperare del materiale, l’impressione è che sia tutto a posto. Ho visto i nuovi cartelli, le transenne, è stato imbiancato. La vasca è piena. Ci spieghino perché la piscina è ancora chiusa».
Sostegno alla protesta della Pallanuoto Como e della Como Nuoto è arrivato ieri anche dalla politica. Il Pd di Como ha avviato una petizione online che ha già raccolto 600 firme.
I consiglieri comunali Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco annunciano una mozione: «L’assessore Galli, a dicembre, aveva ipotizzato, o forse millantato, di risolvere il problema a breve, dicendo che prima della pausa natalizia avrebbero voluto chiudere la convenzione e magari riuscire a riaprire l’impianto per l’anno nuovo. Risultato? Non si è mosso nulla», scrivono. Sulla stessa linea anche il comunicato diffuso ieri dal movimento +Europa Lario.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.