Più denunciati che contagiati: a Como in troppi non rispettano le regole

Auto Polizia di Stato

Purtroppo anche sul Lario è altissimo il numero di persone incoscienti che non seguono le direttive dettate dall’emergenza Coronavirus.

Dal 15 al 20 marzo le forze dell’ordine hanno infatti denunciato 434 persone per il mancato rispetto delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo scorso. C’è stato anche un arresto.

Molti, troppi i comaschi che non stanno alle regole. Il numero dei denunciati supera addirittura quello dei contagiati dal virus, che ieri era a 380 su scala provinciale. Troppe le persone fuori casa senza averne diritto o necessità, nonostante un numero importante di decessi che ha toccato anche il territorio lariano.

Oggi la Prefettura di Como ha diffuso i numeri dei controlli. Eccoli:
“Nel periodo 15 – 20 marzo, il dispositivo messo a punto – che si avvale della collaborazione di tutte le Forze di Polizia, ivi comprese le Polizie Locali, chiamate a concorrere nella verifica dell’osservanza delle accennate prescrizioni sulla base di specifici piani di controllo, condivisi con la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri – ha consentito di conseguire i seguenti risultati:

  • Persone controllate – n. 25.781
  • Persone denunciate: – n. 434
  • Persone arrestate – n. 1
  • Esercizi commerciali controllati: – n. 1066
  • Esercizi commerciali sanzionati: – n. 2

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Giuseppe , 4 Aprile 2020 @ 23:36

    Ci si poteva pensare prima, è facciamo più tamponi alla popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.