Cronaca

«Più parcheggi per il centro città»

La denuncia del direttore di Confcommercio
Monetti: «Servono ai turisti e ai clienti dei negozi»
(m.d.) Non bastano la crisi, il fisco sempre più esoso, la concorrenza spietata, le tasche vuote dei clienti. A complicare la vita degli esercenti lariani si mettono pure le amministrazioni comunali che non facilitano la disponibilità di parcheggi in centro città. È la denuncia che il direttore di Confcommercio Como, Graziano Monetti, affida alle pagine del periodico dell’associazione.
«La carenza cronica di parcheggi sommata all’aumento esponenziale dell’utilizzo dell’auto porta sempre più il tema della sosta al centro delle problematiche maggiormente sentite», scrive Monetti su “Il Faro”. Una questione che, precisa il direttore di Confcommercio, non riguarda soltanto Como, ma anche Cantù ed Erba.
«Abbiamo affrontato la questione moltissime volte – aggiunge Monetti – denunciando il disagio e la difficoltà che la carenza di posti auto genera nelle categorie del commercio, del turismo e dei servizi. È anacronistico pensare che, in assenza di una seria programmazione di sviluppo dei servizi di trasporto pubblico, togliendo posti auto la gente smetta di utilizzare il proprio veicolo».
Secondo il direttore dell’associazione di via Ballarini, «non si può non tener conto dell’accoglienza che un territorio come il nostro deve necessariamente saper offrire ai clienti dei negozi e ai turisti».
Ciò significa sia «dare a queste persone la possibilità di raggiungere comodamente le vie dello shopping, i musei, i monumenti e i punti panoramici», sia «metterle in condizione di muoversi con facilità, aiutandole con una segnaletica chiara e, dove ne valga la pena, anche in lingua inglese». Ma non solo. Monetti chiede alle amministrazioni locali di «consentire a clienti e turisti di utilizzare i loro mezzi per caricare gli acquisti fatti o trasportare i bagagli», permettendo di lasciare l’auto in sosta il più vicino possibile al centro delle città.
Il direttore di Confcommercio conclude il suo intervento sottolineando che «non porta da nessuna parte pensare che i turisti si muovano a piedi o parcheggino l’auto lontano dai luoghi dove si stanno recando», nè che «con le borse, magari pesanti, degli acquisti fatti i clienti dei negozi debbano percorrere lunghe distanze per raggiungere la propria auto».

Nella foto:
Auto parcheggiate in piazza Roma a Como, una delle aree di sosta a ridosso del centro
29 Gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto