Cronaca

Più vicino il tunnel delle polemiche. La Provincia: «Offerta affidabile». Via all’assegnazione dei lavori

L’opera contestata – Da 33 a 21,5 milioni di euro il ribasso per l’appalto
Pusiano: verifiche sul forte sconto definito «un’anomalia»
L’offerta è «affidabile», nonostante il forte sconto sia «un’anomalia». Con queste parole, la Provincia di Como comunica l’assegnazione dei lavori per la galleria di Pusiano a una ditta di Sondrio, la Cossi Costruzione.
La stessa azienda che, il 23 marzo scorso, aveva fatto saltare
sulla sedia i tecnici di Villa Saporiti, quando aveva presentato – per un’opera che sarebbe dovuta costare 33 milioni di euro – un’offerta di 21,5 milioni di euro. Un ribasso d’asta vicino al 35%.
Di fronte a uno sconto simile, la Provincia – prima di consegnare le chiavi del cantiere all’azienda valtellinese – ha voluto approfondire la questione. La domanda, in sostanza, è quella che si farebbe chiunque: come fa una ditta a presentare un preventivo più basso di 11,5 milioni, garantendosi un guadagno e garantendo al committente tempi e qualità del lavoro?
Perciò Bruno Tarantola, dirigente provinciale, presidente della gara d’appalto e responsabile unico del procedimento, tre giorni dopo l’apertura delle buste ha inviato all’impresa una richiesta di giustificazioni «relative alle voci di prezzo che concorrono a formare l’importo complessivo offerto di circa 21,5 milioni», scrive Villa Saporiti. La Cossi Costruzioni ha risposto, e Tarantola ha chiesto altre precisazioni su altre voci economiche che compongono l’offerta della ditta.
L’impresa sondriese ha convinto la Provincia. «La documentazione prodotta da Cossi Costruzione spa – si legge nel testo di Villa Saporiti – dimostra che l’offerta economica, pur presentando uno sconto rilevante in termini assoluti, consente all’impresa di mantenere, attraverso un’efficiente organizzazione del ciclo di produzione, un utile adeguato in relazione all’importo dell’appalto e, in ultima analisi, un corretto rapporto tra il valore della prestazione offerta e il corrispettivo contrattuale determinato a seguito del ribasso offerto».
Anche la Provincia, però, considera inusuale un ribasso così forte (altrimenti non avrebbe approfondito), tant’è che nel comunicato parla di “anomalia”. «Avendo accertato attraverso la verifica dell’anomalia che l’offerta sia nel suo complesso affidabile e sulla base delle valutazioni tecniche eseguite, relative sia alle giustificazioni dell’offerta e sia alle successive precisazioni, si è ritenuto di procedere con l’aggiudicazione provvisoria nei confronti di Cossi Costruzione spa».
Aggiudicazione “provvisoria”, così come prevede la procedura standard. Tutto sembra avviato, quindi, verso l’apertura di un cantiere che gli ambientalisti hanno sempre osteggiato, giudicandolo «inutile e dannoso», mentre gli amministratori locali – in primis la Provincia – hanno sempre voluto con forza. Il tunnel libererà dal traffico di transito il paese di Pusiano.

Andrea Bambace

Nella foto:
Una elaborazione grafica di come sarà l’imbocco del tunnel da 21,5 milioni di euro che libererà il centro del paese di Pusiano dal traffico di transito
12 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto