Plastica per sigillare i marmi della Casa del Fascio

Il palazzo. Soluzione provvisoria in attesa del restauro che sarà deciso nei prossimi giorni
I marmi della Casa del Fascio, capolavoro razionalista di Giuseppe Terragni, sono letteralmente ingabbiati dalla plastica. La stessa plastica che si usa normalmente per sigillare i cartoni. Per evitare che il marmo dell’edificio raffigurato su tutti i libri di Storia dell’arte, sede della guardia di finanza, finisca sull’asfalto si è pensato di “impacchettarlo” con una soluzione, ovviamente, provvisoria: le fasce di plastica saranno tolte molto presto, subito dopo l’intervento di restauro
che sarà deciso nei prossimi giorni.
Leggi l’articolo di Campione in CRONACA

Nella foto:
Alcune fascette di plastica “sigillano” il marmo della Casa del Fascio in attesa di restauro (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.