Cronaca

Pochi pendolari all’appuntamento con il sindaco e l’assessore. «Più parcheggi per le stazioni»

altI problemi di Trenord
Mario Lucini: «Siamo pronti a studiare soluzioni»

Un incontro con i pendolari di Trenord stanchi di ritardi e cancellazioni. Ieri sera, il sindaco Mario Lucini e l’assessore alla Mobilità, Daniela Gerosa, si sono recati alla stazione Nord di Como Lago per ascoltare dalla viva voce dei viaggiatori i problemi con cui ormai da mesi devono fare i conti gli stessi utenti dei treni che collegano il capoluogo lariano a Milano.

Scarsa, però, è stata la partecipazione dei pendolari, anche alla luce delle numerose lamentele arrivate all’amministrazione comunale.
Pochi sono stati infatti i pendolari che ieri sera hanno raggiunto sindaco e assessore per portare in prima persona la propria testimonianza agli amministratori cittadini. Ma le problematiche sono comunque emerse e non si sono limitate ai ritardi e alle cancellazioni dei convogli.
I disagi maggiori risalgono allo scorso mese di dicembre quando, a causa del malfunzionamento del nuovo sistema informatizzato che gestisce i turni del personale di Trenord, si sono verificati pesantissimi ritardi e cancellazioni, con passeggeri che si sono ritrovati ad attendere ore prima di poter raggiungere il luogo di lavoro o di studio o, al rientro, la propria abitazione. Dalla società di trasporti erano arrivate le rassicurazioni che tutto si sarebbe risolto in pochi giorni e che il servizio non avrebbe più avuto problemi, ma il 2013 da poco iniziato ha riportato subito in primo piano la questione, visto che i disservizi si sono prontamente riproposti con ulteriori ritardi sulla tratta Como-Milano.
«La società ci aveva rassicurato, spiegando anche che si sarebbe tornati al vecchio sistema informatico di gestione dei turni del personale, in attesa di risolvere il problema, ma i disagi si sono riproposti – ha sottolineato l’assessore Daniela Gerosa – Nei giorni scorsi ho scritto nuovamente all’assessore regionale alla Mobilità, Andrea Gilardoni, visto che la Regione è garante del servizio di Trenord, per sapere come si intende risolvere la questione. Ad oggi, però, non ho avuto novità in merito».
I pendolari si dicono stanchi della situazione e credono che sia giusto avere un rimborso per i disagi subìti. L’azienda di trasporti ha fatto sapere che a partire dal prossimo 22 gennaio, per scusarsi dei disagi legati al nuovo sistema informatico, ci saranno bonus su abbonamenti ordinari e annuali.
«Credo che i rimborsi siano un atto dovuto – ha detto il sindaco Mario Lucini – Ora si tratterà di capire chi avrà diritto al bonus e chi no. Nell’incontro di questa sera, però, sono emerse anche problematiche legate ai parcheggi in prossimità delle stazioni e visto che la situazione ci riguarda direttamente siamo pronti a studiare delle soluzioni».
I pendolari intervenuti ieri a Como Lago hanno ribadito l’impossibilità, per molti di loro, di trovare un posto a sedere durante il viaggio e la scarsa pulizia sui convogli, ma hanno anche spiegato che il parcheggio resta un problema per chi deve raggiungere la stazione in auto.
«Io da Carate Urio vado alla stazione di Albate, perché a San Giovanni è impossibile parcheggiare – ha raccontato Paola Ferrario – Ma anche lì i problemi ci sono, soprattutto si attendevano delle migliorie alla stazione che non sono mai arrivate».

Francesca Guido

Nella foto:
Il sindaco Mario Lucini parla con alcuni pendolari alla stazione di Como Lago. Gli utenti di Trenord si aspettano rimborsi per i disagi patiti
15 gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto