Senza categoria

Poesia e musica con i sardi comaschi

Il Circolo Culturale Sardegna di Como e l’Associazione Culturale Amsicora di Lecco proporranno sabato 18 marzo alle 17 al Collegio Gallio un incontro dal titolo “Parole e note di donne sarde nel mondo£: tra letteratura e musica, un originale e intenso omaggio alla donna, che da sempre accende la fantasia di poeti, artisti e musicisti, quale universo capace di sintetizzare e incarnare valori universali come bellezza, profondità di pensiero, sensibilità e amore per la vita. Ingresso libero. Durante la serata sarà presentato il libro “La bimba di madame fransé” di Anna Castellino (nella foto), una storia di immigrazione sarda nell’Italia del 900. A seguire, la mezzosoprano argentina di origini sarde Eliana Sanna si esibirà con canti popolari in sardo e spagnolo accompagnata dal fisarmonicista Sergio Scappini. Seguirà un rinfresco con la promozione di prodotti sardi e tradizionali in collaborazione con la pasticceria Luisita di Como. Anna Castellino è da oltre trent’anni Archivista di Stato Ricercatore Storico Scientifico presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Autrice di numerosi lavori storiografici basati su ricerche d’archivio, nel 2005 si è cimentata coi canoni narrativi del romanzo. Ha scritto quindi per AM&D edizioni “In su celu siat – Voci soliste e coro per fantasmi”, che ha venduto oltre 3000 copie, come il suo secondo romanzo, “Mischineddus – storia minuscola dei chicos della ruota 1583-1652”, pubblicato nel 2006 ancora da AM&D. Ha inoltre al suo attivo varie sceneggiature di opere teatrali rappresentate, e sceneggiature di filmati, nonché altri racconti brevi, tra cui “Quartu 1858: l’uomo che tenne a battesimo la galera”, vincitore del premio Làdiris 2009. Intento di tali lavori è quello di romanzare i contenuti degli archivi rendendoli accessibili anche a quanti non hanno occasione di frequentarli e quindi di leggere personalmente i documenti storici “ognuno col suo carico di memoria impresso nelle parole come nelle impronte di antiche ditate, nei riflessi della polvere d’inchiostro, nel cadavere d’insetto spiaccicato tra le pagine”. Quello che presenterà a Como è il suo terzo romanzo, “La bimba di madame fransé”, scritto con lo stesso stile sottilmente ironico e con la stessa rigorosa attenzione per la “verità” storicamente documentata presente nei lavori precedenti. A differenza degli altri, esso non attinge però a fonti scritte, ma a una fonte orale se possibile ancora più attendibile, incontestabile al pari di un oracolo: la voce di Cesira Innocenti, ava materna dell’autrice, che coi suoi racconti ha cresciuto e forgiato i nipoti, “tre ragazzini che … la stavano a sentire senza perdere mezza parola, felici e contenti, e pure compiaciuti, convinti com’erano che non ce l’avesse nessuno una nonna così, una nonna che non si dispiaceva per nulla di stare lì a dire e a spiegare, e anche a ripetere le storie di quella sua vita che ne valeva mille, che le aveva insegnato ogni cosa del cielo e della terra, tutta l’umana sapienza e soprattutto ciò che di tanta sapienza serviva per davvero”. Il racconto si dipana su due livelli, uno basato sulla narrazione classica da terza persona, un altro, intermittente e fugace, che propone invece un dialogo diretto tra il narratore e la sua fonte, i quali si svelano per un momento al lettore, discutendo apertamente un tema, i suoi coinvolgimenti emozionali, senza interrompere il filo del discorso, che resta quello delle improbabili vicissitudini di Cesira: vicissitudini coraggiose e sostanzialmente tragiche, ma sempre colorate – nel romanzo come nella narrazione originaria da cui esso attinge – coi toni tenui della commedia, come dev’essere, diceva Cesira, dei fatti lontani, degli eventi superati i cui contorni drammatici il tempo ha già sfumato se non del tutto disperso.

13 Marzo 2017

Info Autore

Lorenzo

Lorenzo Morandotti lmorandotti@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto