Polemiche per la cabinovia a Gerusalemme

Critiche degli urbanisti e dubbi sui costi reali di gestione

(ANSA) – TEL AVIV, 17 DIC – Non si placano le polemiche sulla realizzazione in tempi serrati di una cabinovia, approvata il mese scorso dal governo, che collegherà Gerusalemme ovest con il Monte Sion e con la Porta dell’Immondizia, ossia l’accesso meridionale alla Città Vecchia, in prossimità del Muro del Pianto. Il progetto, che è stato concepito per ridurre gli intasamenti e l’inquinamento nella Città Vecchia, avrà un costo di 200 milioni di shekel, oltre 50 milioni di euro. Ma secondo un documento divulgato adesso dalla radio militare, esiste il rischio che questa iniziativa – che è già stata oggetto di critiche di ambientalisti ed urbanisti – avrà costi di gestione ben superiori a quelli previsti in un primo tempo. Di conseguenza, secondo il documento, potrebbe essere difficile trovare una società disposta a realizzarla.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.