Politeama, all’interno infiltrazioni e danni, servono 4 milioni
Città, Cronaca, Cultura e spettacoli

Politeama, all’interno infiltrazioni e danni, servono 4 milioni

Palazzo Cernezzi cerca l’intesa con il Conservatorio

Erano anni che non si vedevano così tante persone entrare nel cineteatro Politeama. Ieri mattina alle 9.30 infatti la storica sala cittadina, chiusa da tempo e in stato di avanzato degrado, ha riaperto i battenti per permettere un sopralluogo di tecnici e consiglieri comunali. A sollecitarlo l’avvocato Fulvio Anzaldo, consigliere della lista “Rapinese sindaco”. Con loro anche il presidente della società Politeama, Angelo Magistro. Dopo la visita all’interno del cinema chiuso dal 2005, subito i primi commenti. «Sono evidenti i grossi problemi della struttura – spiega Fulvio Anzaldo (che ha documentato la situazione con alcune immagini dell’interno) – A partire dalle infiltrazioni che rischiano di compromettere sempre di più il Politeama. Ora è necessario adoperarsi per trovare delle risorse».

Soldi necessari per poter arginare i danni più evidenti e pensare al futuro. «Abbiamo proposto di utilizzare le grandi superfici esterne del cineteatro per le affissioni pubblicitarie – dice Anzaldo -Un sistema immediato per avere risorse da indirizzare ad attività conservative minime, a partire dal tetto della struttura per non peggiorare una situazione già non molto positiva». Dopo anni di proclami e progetti di rilancio la struttura, a parte qualche intervento di messa in sicurezza, è rimasta in una situazione di stallo. Il Comune di Como, che ha l’81,6% della società, deve fare i conti con il restante 18,4% in mano a privati (72 soci di cui però 42 irreperibili). Di recente inoltre il Conservatorio Verdi ha mostrato interesse sul Politeama. L’accordo tra Comune e il Conservatorio di Como dovrebbe salvare la struttura dal degrado; il presidente dell’istituto Enzo Fiano spera di raccogliere entro due anni e mezzo i 4 milioni di euro necessari al restauro. Entro l’estate intanto – come detto di recente dall’assessore alle Partecipate Adriano Caldara – sarà avviato l’iter per la liquidazione della società. Il 30 luglio ci sarà l’assemblea straordinaria. E sull’avvio dell’iter per la liquidazione il presidente della società Politeama auspica che venga trovata una soluzione in tempi brevi. «L’auspicio non solo mio – dice Angelo Magistro, presidente società Politeama – ma dell’amministrazione e dei soci con cui ho parlato è di riuscire a valorizzare questo patrimonio dei comaschi e di chi arriverà da fuori per goderne».

26 maggio 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto