Polizia locale, 273 multe per divieto di sosta. Dal 9 al 19 luglio riscontrate anche 112 violazioni del codice della strada

Mezzi della Polizia locale

In 11 giorni ben 273 multe per divieto di sosta – 24 al giorno – e 112 verbali per violazioni alle norme di comportamento della circolazione stradale in particolare per guida con il cellulare e senza l’uso delle cinture. Sono questi solo alcuni dei dati che emergono dal consueto report della polizia locale di Como tra il 9 e il 19 luglio. Nel controllo del territorio sono stati impegnati 183 operatori di pronto intervento della Polizia Locale, con una media di 8 pattuglie al giorno. In questo periodo sono state 218 le operazioni di gestione della circolazione stradale, 21 i posti di controllo nei quali sono stati effettuati accertamenti su 283 veicoli e 121 persone una delle quali, un cittadino francese, è stato sorpreso alla guida in stato di ebbrezza (e denunciato) risultando positivo all’etilometro nelle due prove alle quali è stato sottoposto (1,40 g/l la prima e 1,33 g/l la seconda).

Controlli della polizia locale a Como
Controlli della polizia locale a Como

Durante questi controlli è stata fermato anche un cittadino italiano che circolava alla guida di un motociclo con una falsa riproduzione in plastica della targa prova. Il conducente è stato denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di falso. Inoltre, a due cittadini, una minorenne italiana e un cittadino olandese, è stata contestata la violazione di guida senza patente perché entrambi erano alla guida rispettivamente di un ciclomotore e di un motociclo sprovvisti della patente di guida perché mai conseguita. Ad entrambi è stata comminata una sanzione amministrativa di € 5mila euro.
Nell’attività della Polizia Locale ci sono anche le verifiche delle segnalazioni inviate al comando. In un caso gli accertamenti hanno portato all’identificazione e allontanamento di un extracomunitario senza fissa dimora dal giardino dell’asilo nido Sant’Elia di via Italia Libera dove era solito passare la notte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.