Polizia stradale. Pisani scarcerato dopo tre mesi, Compostella torna libero

0stradaleGian Piero Pisani, ex vice comandante della Polstrada di Como, è uscito dal carcere del Bassone dove si trovava dal 25 marzo 2014 ed è andato ai “domiciliari”. Patrizio Compostella, ex comandante del corpo di via Italia Libera, è tornato libero. La decisione è stata presa dal giudice delle indagini preliminari. Quest’ultimo, preso atto che sono «decorsi i termini della custodia cautelare disposta con riferimento a tutti i reati contestati ad eccezione di quelli all’articolo 314 del codice penale (ovvero il peculato, ndr) e che pertanto, fatta eccezione per questi ultimi reati, la misura cautelare cessa di avere efficacia per legge»,

ha deciso d’ufficio – per quanto riguarda la posizione di Pisani – che al momento appare più «coerente e proporzionata una sostituzione della misura» in carcere con quella «meno afflittiva degli arresti domiciliari». 

Le accuse per Gian Piero Pisani parlano di abuso d’ufficio, falso, peculato e calunnia. Patrizio Compostella invece deve rispondere di falso, abuso d’ufficio e di un peculato di lieve entità.
Il blitz che ha sconvolto la polizia stradale di Como risale al 25 marzo 2014 quando i vertici del corpo di via Italia Libera furono di fatto decapitati.
Ulteriori particolari sul Corriere in edicola mercoledì 25 giugno

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.