Ponte Genova: legali Castellucci; pregiudizi contro di lui

Per ingegner Tozzi non c'erano problemi strutturali

(ANSA) – GENOVA, 03 GIU – Nessuna riunione "carbonara" e "pregiudizi" nei confronti dell’ex amministratore di Aspi Giovanni Castellucci, indagato insieme ad altre 68 persone nell’inchiesta sul crollo del ponte Morandi. Lo scrivono in una nota i legali del manager. "In relazione agli articoli di stampa apparsi oggi su diversi quotidiani circa lo svolgimento di una riunione "riservata" nel novembre 2010, si precisa che si è trattato di una seduta ufficiale del Comitato Completamento Lavori: organismo della governance di Autostrade per l’Italia (composto dal presidente del consiglio di amministrazione della società, oltre che da altri consiglieri della capogruppo, che pure facevano parte anche del Comitato controllo rischi e corporate governance) e, come tale, fedelmente e trasparentemente verbalizzato". "Tanto chiarito – continuano il legali – vi è l’evidente falsità della notizia: del tutto erroneamente si sostiene infatti che nel corso della citata riunione l’ingegnere Tozzi avrebbe dichiarato che lo stato di conservazione del ponte Morandi evidenziava problemi strutturali quando, esattamente e testualmente all’opposto, nel verbale della stessa è dato leggersi come il medesimo abbia riferito che ‘in base all’attività di ispezione, costituita dalle periodiche verifiche visive e dai controlli non distruttivi (riflettometriche, prove su materiali) di cui l’opera è sempre stata oggetto, secondo le analisi svolte da Spea lo stato di conservazione rilevato al momento non evidenzia problemi strutturali’". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.