Pontiggia maestro. Mantova e Como lo ricordano

alt

Il decennale

Due modi, a Mantova e a Como, altrettanto degni di nota per ricordare un maestro della narrativa italiana scomparso esattamente dieci anni fa. Con una maggiore evidenza digitale – misteri della rete – a favore della città di Virgilio. Infatti se digitate “Parolario” e poi “Giuseppe Pontiggia” su Google, salta all’occhio nelle prime occorrenze non l’omaggio allo scrittore di quest’anno, ma quelli del 2004 e del 2003, quando la kermesse lariana era ancora in

piazza Cavour e non a Villa Olmo. A Como infatti la manifestazione promossa dall’omonima associazione il 4 settembre alle 19 ospiterà il fratello di Pontiggia, Giampiero Neri, che nel libro-intervista Un maestro in ombra (Jaca Book, 2013) si mette a nudo tra vita e scrittura con il poeta e collega Alessandro Rivali. Con loro ci saranno Antonio Gnoli e Pietro Berra. Meno problemi per trovare su Internet l’omaggio a Pontiggia sull’ansa del Mincio: digitare “Festivaletteratura” e “Giuseppe Pontiggia” è sufficiente per essere rimandati a una scheda sul narratore e saggista (per chi non lo conoscesse ancora) sul sito Internet ufficiale e di lì al programma dell’intera manifestazione. Sul maestro comasco e sulla sua eredità intellettuale e culturale dialogheranno il 6 settembre alle 11 al Teatro Bibiena (ingresso 5 euro, a Como è gratis) Diego De Silva e Serena Vitale, con materiali d’archivio.

Nella foto:
Il romanzo Nati due volte di Giuseppe Pontiggia, premio Campiello nel 2001

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.