Porro, omaggio a Dante tra Venezia e Roma

Sarah e Daniela Porro

Reduce da una importante personale con la figlia Sarah a Villa Imbonati di Cavallasca, la pittrice comasca Daniela Porro partecipa con altri 332 artisti alla maratona di collettive curate dal critico Giorgio Grasso per il 700° della morte di Dante Alighieri. Fino a dicembre è presente alla mostra curata da Grasso nella Rocca Brivio a San Giuliano Milanese e con un grande olio su tela è in scena fino al 2 settembre a Venezia alla Venice Art Gallery (sestiere Dorsoduro 2799). La sua opera è ispirata alla figura di Beatrice e ai versi 82-87 del 25° canto del Paradiso: «L’amore ond’ïo avvampo / ancor ver’ la virtù che mi seguette / infin la palma e a l’uscir del campo, / vuol ch’io respiri a te che ti dilette / di lei; ed emmi a grato che tu diche /quello che la speranza ti ‘mpromette».
Poi l’opera di Daniela Porro con quelle degli altri 332 artisti coinvolti andrà in mostra dal 4 settembre presso Roma a Rocca Colonna, palazzo ducale di Castelnuovo di Porto, risultato della trasformazione da insediamento militare fortificato a palazzo rinascimentale. Posto sul punto più alto del borgo antico, il castello si sviluppa su tre livelli, la facciata ha due torri laterali, di cui una, a est, è l’originario mastio mentre quella a ovest è stata costruita dove era il rivellino, per armonizzare la vista. Un altro contesto monumentale antico che si appresta a ospitare l’arte contemporanea nel segno del sommo poeta Dante.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.