Cronaca

Postepay clonata, sotto accusa il dipendente dello sportello

0carabinieredonnaQuando si è accorta che qualcuno le aveva clonato la carta di credito Postepay mai avrebbe pensato che il presunto responsabile fosse proprio l’addetto dello sportello delle Poste in cui aveva il conto e dove spesso si recava per fare delle operazioni. Tutto ha avuto inizio quando la vittima, una donna originaria del Senegal, si è recata dai carabinieri del suo paese di residenza, nel settembre dello scorso anno.

Dall’estratto conto della carta aveva notato acquisti per oltre 1.500 euro, e in particolare, un Pc portatile del valore di 1.454 euro e una macchina fotografica digitale da circa 125 euro. Qualcuno insomma le aveva clonato la carta. Le indagini dei carabinieri sono state complesse, ma alla fine hanno dato esito positivo. Il presunto responsabile dell’utilizzo fraudolento della carta non era altro che un insospettabile dipendente dell’ufficio postale presso il quale la donna aveva il conto. Addetto che evidentemente si era annotato il numero della carta e il codice segreto, per poi utilizzarlo per degli acquisti.
La perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione dell’impiegato dell’Ufficio Postale ha consentito di recuperare sia il computer portatile sia la macchina fotografica, ora sotto sequestro.
L’uomo è stato denunciato in stato di libertà. L’accusa è di uso fraudolento di carta di credito. 

30 ottobre 2014

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto