Poule scudetto, azzurri eliminati dopo un derby rocambolesco. Al Sinigaglia un incredibile 3-3

incontro di calcio Como Lecco. Esultanza di Gabrielloni

Una gara ai limiti dell’incredibile ha chiuso la stagione del Como. Nella terza partita del girone di qualificazione della poule scudetto, il derby del Lario è terminato 3-3, con il Lecco che ha conquistato la semifinale e il Como che ha chiuso con due punti: uno in meno della migliore seconda, la Pergolettese, che ha ottenuto il pass per le semifinali assieme a Cesena, Avellino e blucelesti.
Una sfida che rimarrà per sempre dei ricordi di chi l’ha vissuta sugli spalti dello stadio Sinigaglia: sotto per 0-3, il Como si è prima avvicinato con le realizzazioni di Gabrielloni al 18’ del secondo tempo e di capitan Gentile (27’). Poi ha sbagliato un rigore al 34’ con Borghese. Infine ha impattato al 44’ proprio con Borghese. Non solo: nei 5’ di recupero i lariani hanno sfiorato il clamoroso 4-3 che avrebbe regalato la qualificazione alle semifinali per la poule scudetto. Peraltro con questo punteggio sia Como che Lecco avrebbero passato il turno, come prima e come miglior seconda.
Comunque sia alla fine il risultato ha accontentato un po’ tutti: gli ospiti che proseguiranno la loro avventura a caccia del titolo di serie D e i padroni di casa, che comunque hanno evitato uno stop interno in una sfida molto sentita.
«Nel primo tempo prodotto gioco ma non abbiamo concluso – ha detto Marco Banchini, allenatore del Como – Siamo finiti sotto per 0-3, ma abbiamo recuperato, mostrando determinazione, qualità e organizzazione. Spiace essere usciti dal torneo, ma di questa giornata voglio salvare la prestazione dei ragazzi. Il nostro demerito? Non aver fatto gol all’inizio per legittimare la superiorità mostrata».
Banchini ha parlato della partita ed è stato meno loquace sul futuro. «Abbiamo finito e ora vediamo cosa succede. Sono finiti gli impegni ufficiali e non rimane che organizzare il “rompete le righe”».
In tribuna c’era l’ex coppia dirigenziale Roberto Felleca-Massimo Nicastro; il nuovo amministratore Michael Gandler ha invece seguito il match da Los Angeles. Tra gli spettatori il centravanti del Milan Patrick Cutrone e grandi ex come Pietro Vierchowod, Claudio Gentile, Silvano Fontolan ed Enrico Todesco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.