Pozzi: «Finale per la A, abbiamo lavorato molto e bene»

Como Nuoto femminile 2021

Il momento della stagione più atteso si sta avvicinando: domenica a Legnano (inizio del match alle 14) la Como Nuoto Recoaro femminile scende infatti in acqua per la serie A1.
Alla piscina Villa è in calendario la prima sfida di finale contro l’Acquachiara Napoli. Si gioca al meglio dei tre incontri: chi ne vince due nella stagione 2022 giocherà nel torneo nazionale più importante. L’eventuale “bella”, è stato stabilito dal sorteggio in Federazione, sarà in casa delle comasche.
Il primo match, dunque, nel fine settimana; seconda partita a Napoli il successivo giovedì 8 e terza gara, se sarà necessaria, ancora a Legnano domenica 11.

Le lariane arrivano a questa partita dopo aver vinto il loro girone nella regular season e con il secco 2-0 rifilato a Bologna nella gara di semifinale. Stesso punteggio per le partenopee negli impegni con il Velletri.
«Noi siamo pronti, abbiamo lavorato molto e bene – spiega Stefano “Tete” Pozzi, allenatore della formazione biancoazzurra – Ci presenteremo preparati; le ragazze sono pronte e noi tutti crediamo nel raggiungimento dell’obiettivo. Abbiamo già disputato finali in passato, ma ora abbiamo grandi e più solide convinzioni».
«C’è la possibilità di disputare una grande partita – sostiene ancora il tecnico delle lariane – sarà un confronto equilibrato contro un avversario molto accreditato. Ma io credo decisamente nelle qualità e nelle potenzialità della mia squadra».

Il capitano delle “Rane rosa” Maria Romanò presenta così il match: «Aver raggiunto la finale ci ha dato una emozione fortissima – spiega la giocatrice – Per me è ancora più grande, visto che gioco in questa squadra da quando sono nata. Ma questo è stato soltanto un primo passo, l’obiettivo vero è conquistare la promozione. Da parte nostra le motivazioni sono altissime». In semifinale le comasche hanno mostrato carattere e capacità di superare le avversità che si sono presentate: «Con Bologna abbiamo affrontato i momenti difficili con la testa giusta, mantenendo la calma e prendendoci responsabilità – spiega la biancoazzurra – Un segnale importante in vista della sfida contro l’Acquachiara. Sarà un confronto molto difficile, con una squadra esperta e forte. Quella campana è una formazione tosta e non vediamo l’ora di affrontarla».
«L’unico dispiacere è l’assenza forzata del pubblico – conclude Maria Romanò – ma conosciamo tutti la situazione e la sua causa. Non ci rimane che sperare in un futuro con le piscine aperte e con la possibilità per gli spettatori di poter tornare a seguire di nuovo le partite».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.