Precipita sul monte Segor: muore 57enne escursionista elvetica

L'elisoccorso in azione

Ancora una tragedia in montagna. A perdere la vita è stata una escursionista svizzera, 57 anni, che si trovava sui pendii del Monte Segor, vetta che supera i 2.000 metri e che segna il confine tra l’Italia e il Canton Ticino. Una caduta, probabilmente successiva ad una scivolata, avvenuta davanti gli occhi di altri compagni di passeggiata con cui, dopo essere partita dalla Svizzera, stava appunto raggiungendo la nostra provincia.

L’allarme è stato lanciato alle 10.50 dagli altri escursionisti. In volo si è alzato l’elicottero del 118 di Como. È infatti apparso subito chiaro che si stava per consumare una nuova tragedia. I medici non hanno potuto fare altro che raggiungere il corpo dell’escursionista – caduto per un centinaio di metri – e constatare la gravità della situazione. Inutile il trasporto in ospedale a Menaggio. Fatale, come detto, un volo di almeno un centinaio di metri. Una scena vista dagli altri compagni di passeggiata che seguivano la 57enne svizzera, comitiva composta da quattro persone.

Dell’accaduto sono stati informati i carabinieri della compagnia di Menaggio che hanno inviato sul posto i militari della caserma di San Bartolomeo Val Cavargna. La ricostruzione dell’accaduto è ancora in corso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.