Presepe vivente a Sora, in Val Cavargna. Il giorno 27 un nuovo evento

Presepe di Sora

Ultima rappresentazione, gioved’ 27 dicembre, del presepe vivente di Sora, frazione di San Bartolomeo Val Cavargna, a cui prendono parte 120 figuranti. L’evento è organizzato dal Gruppo Folcloristico Val Cavargna con tutti i personaggi svolgono un mestiere dimenticato. La manifestazione si svolgerà dalle 14.30 alle 19. Per i visitatori saranno disponibili bus navetta gratuiti che dalla piazza della Società di San Bartolomeo scenderanno fino a Sora.

“Si tratta di un presepe laborioso – spiegano gli organizzatori – tutti i personaggi svolgono un mestiere dimenticato e sconosciuto ai più giovani, ma descritto con tanto entusiasmo ai visitatori dai più anziani. Gli abitanti di Sora prestano volentieri le loro case ai personaggi del presepe ed altri prestano anche i loro animali: la mucca, il vitellino, gli asini , le pecore e le capre, i cavalli della frazione e cosi via per pochi giorni la frazione torna a rivivere come alla fine del 1800 o inizio del 1900. I vecchi camini e le consumate stufe sono riaccesi, l’antico lavatoio torna alla pulizia originaria.
Si riscoprono case col pavimento di cotto, camini con passaggi segreti per nascondere nelle viscere della terra generi alimentari, ai quali si può accedere solo spegnendo il fuoco. Perché un presepe così? Per non rinunciare a tramandare alle nuove generazioni il messaggio di pace e di serenità che Gesù ha portato sulla terra e che le vetrine e i regali rischiano di cancellare e di rendere inutile, per rendere consapevoli le nuove generazioni che il progresso di una Valle può essere solo frutto di un impegno costante e continuo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.