Il presidente della Provincia: «Strade, pochi fondi da gestire con saggezza»

«Il problema è stato sollevato in un recente incontro con il ministro Graziano Delrio, a cui abbiamo segnalato che con gli ultimi anni di mancata manutenzione la situazione delle strade è nettamente peggiorata». Parole di Maria Rita Livio, presidente della Provincia di Como, ente che gestisce buona parte delle strade del territorio.
La situazione da affrontare non è semplice, in una fase in cui la sicurezza stradale – che quindi comprende anche la manutenzione e il miglioramento delle infrastrutture – rimane quotidianamente un tema sotto i riflettori. Una gestione che deve affrontare anche il problema dei tagli governativi.
«Nell’ultimo bilancio del 2016 – spiega Livio – abbiamo destinato 3,4 milioni di euro che riguardano una serie di operazioni per migliorare la sicurezza della rete viaria».
«Posso annunciare – aggiunge – che nel 2017 saranno realizzate tre opere che riteniamo prioritarie, due nuove rotonde, ad Albese con Cassano e a Mozzate e poi ci sarà da intervenire in maniera rilevante del ponte sulla ferrovia a Cantù, che ha 110 anni». Ed è inutile negare che, dopo quanto accaduto nelle scorse settimane sulla Superstrada 36 ad Annone Brianza (crollo di un cavalcavia, con una vittima), l’attenzione sulla situazione dei ponti sia molto più alta.
«In questa fase la nostra intenzione è di sanare i punti in cui si possono creare situazione di pericolo – aggiunge il presidente dell’amministrazione provinciale – Servono concretezza e oculatezza, proprio perché i fondi non sono molti. Consentitemi una citazione… dobbiamo badare più al pane che alle rose».
«Ribadisco comunque che noi presidenti delle Province lombarde abbiamo sottoposto la questione a Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e dei trasporti – ribadisce Maria Rita Livio – La questione è molto sentita e il nostro impegno è di cercare di dare ai risposte ai cittadini».
E proprio sul tema delle strade e della manutenzione delle scuole (competenze delle Province), è intervenuto seccamente Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord. «Le strade vanno a pezzi con ponti che crollano uccidendo automobilisti, come accaduto pochi mesi fa nel Lecchese – ha dichiarato – Idem per le scuole, con soffitti che crollano e riscaldamenti spenti. Tutto questo per colpa della sciagurata decisione del Governo di eliminare le Province, ma mantenute nei fatti con le stesse competenze, ma con risorse drasticamente tagliate».
Massimo Moscardi

Articoli correlati